QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 10°19° 
Domani 11°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
sabato 21 settembre 2019

Attualità lunedì 05 giugno 2017 ore 16:09

Potenziata la linea Stia-Arezzo-Sinalunga

Quasi 8 milioni di investimento regionale per garantire 9 anni di servizio ferroviario potenziato e migliorato sulla linea Stia-Arezzo-Sinalunga



SINALUNGA — Altri 20 milioni di investimento regionale serviranno invece per rendere più sicura l'infrastruttura, con l'installazione del sistema di controllo di marcia utilizzato dai gestori nazionali per garantire la sicurezza dei treni ad alta velocità.

L'assessore regionale ad infrastrutture e trasporti Vincenzo Ceccarelli e Maurizio Seri, presidente del Gruppo LFI Spa (che comprende le società LFI, che si occupa della rete infrastrutturale, e TFT, che gestisce il servizio), hanno presentato le novità del nuovo contratto di servizio recentemente siglato tra la Regione e TFT e che avrà valore fino al 2023.

"Il rinnovo del contratto fatto con LFI va in analogia con il rinnovo contrattuale fatto con Trenitalia e, come l'altro, garantirà il servizio per 9 anni. Prevede importanti investimenti, in particolare l'acquisto di due nuovi treni Jazz che saranno attrezzati per il trasporto di biciclette per favorire lo scambio bici/treno, anche in funzione turistica in linea con gli interventi regionali per la realizzazione di grandi itinerari cicloturistici come la ciclopista dell'Arno e il Sentiero della Bonifica" - ha spiegato l'assessore Ceccarelli.

Importante è anche l'investimento di quasi 20 milioni per l'installazione dei sistemi di sicurezza dei viaggiatori.

"In cambio di questi investimenti la Regione chiede migliori performance: sono stati fissati degli standard di miglioramento, esattamente come è stato fatto con Trenitalia. Entro il 2019 l'azienda dovrà miglio rare come puntualità e regolarità. La 'cura del ferro' in Toscana continua, con l'obiettivo di spostare sempre più l'utenza dall'uso dell'auto a quello del treno. Altra grande novità - ha infine aggiunto l'assessore - è l'avvio di un servizio diretto tra il Casentino e Firenze, senza cambi. Si tratta di una sperimentazione, possibile grazie ad un accordo raggiunto tra TFT e Trenitalia" - continua l'assessore Ceccareli.

"Tra la fine del 2017 e l'inizio del 2018 attiveremo un'importante nuova tratta, la Stia-Firenze. Gli utenti del Casentino e della Valdichiana potranno arrivare a Firenze utilizzando il nostro treno. Si tratta di un risultato storico, dato che sono anni che l'azienda sta investendo in risorse umane e tecnologia per poter raggiungere questo risultato. Siamo molto soddisfatti di questo, così come dell'inserimento di due nuovi treni Jazz attrezzati al trasporto bici e dell'importante investimento fatto dalla Regione in sicurezza, con l'installazione sui nostri mezzi e sull'infrastruttura dei più moderni sistemi di controllo, che azzerano di fatto la possibilità di errore umano" - ha spiegato anche il presidente Seri.

Il servizio sulla Stia-Arezzo-Sinalunga vedrà 58 treni al giorno, per un totale di circa 760.000 treni/Km all'anno, 1 milione e 300 mila passeggeri all'anno ed un'offerta di circa 12.000 posti ogni giorno feriale invernale. Per ottenere questo, la Regione investirà sul servizio 7,4 milioni di euro a partire da quest'anno, per un valore complessivo di 66 milioni di euro in 9 anni (2015-2023).

Con questi investimenti la Regione si propone di ottenere un servizio più affidabile e puntuale ed offrire una maggiore qualità di viaggio ai passeggeri e per questo sono stati posti degli ‘obiettivi sfidanti' a TFT, fissando degli standard qualitativi che dovranno essere raggiunti di anno in anno.

La rete regionale Stia-Arezzo-Sinalunga è composta da due linee elettrificate e a binario singolo, Stia-Pratovecchio-Arezzo e Arezzo-Sinalunga, per un totale di 84 km e 25 stazioni. E' connessa alla rete nazionale ad Arezzo e a Sinalunga ed è dotata di moderni sistemi di sicurezza quali il blocco elettrico conta assi e di controllo del traffico centralizzato (CTC). Presto sarà dotata anche dei sistema di protezione automatica di marcia ERTMS/ETCS L2.



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca