QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 6° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 21 gennaio 2020

Attualità martedì 04 aprile 2017 ore 12:27

Selfie di benvenuto per gli studenti di Erasmus+

I giovani di un progetto Erasmus+ sono appena arrivati a Sarteano, e subito è stata scattata una foto ricordo con il sindaco Francesco Landi



SARTEANO — Sono 120 giovani arrivati da ogni parte del mondo che hanno invaso le vie di una comunità, quella di Sarteano, che conta 4.700 abitanti. 

I giovani del progetto europeo The Complete Freedom of Truth, realizzato grazie al programma Erasmus+, sono appena arrivati a Sarteano: Francesco Landi, primo cittadino del comune toscano, li ha accolti nella piazza principale. L'impatto è stato subito positivo, con uno spettacolo al teatro degli Arrischianti, che è servito come benvenuto ai partecipanti del progetto “TCFT”, che si svilupperà per due settimane nel paese.

“Ospitiamo tanta vitalità e tanta creatività – osserva il sindaco Landi – che si tradurrà in proposte, progetti e spettacoli. Si tratta di decine di giovani tra i 15 e i 25 anni che possono considerarsi ospiti a Sarteano. Interagiscono con i residenti e diventeranno nostri ambasciatori nel mondo, raccontando e descrivendo l'esperienza avuta qua da noi. Questa è l'Europa che ci piace: quella che apre le menti, facendo incontrare culture diverse e facendole coesistere, generando dunque uno sviluppo armonioso. Per noi è sicuramente un grande riconoscimento, progetti come questi vengono solitamente ospitati da grandi città: a quanto pare, ciò che abbiamo fatto per valorizzare la cultura e il territorio è stato guardato con curiosità e interesse anche a livello europeo. Sono sicuro che tutti i cittadini, nei prossimi giorni, sapranno cogliere il valore di questa esperienza”.

Per il progetto sono iniziati incontri e workshop, che vedono coinvolti svariati settori artistici. Sarteano la fase conclusiva di un viaggio tra le arti e i mezzi di espressione, che approfondisce temi come la libertà e la verità, e che ha già fatto tappa all’Università di Bournemouth (Regno Unito), a Srebenica (Bosnia ed Erzegovina) e in altre località europee. TCFT nasce nel 2014 per far crescere, attraverso la condivisione di idee ed esperienze giovani da tutta Europa, senza pregiudizi di genere, etnia o nei confronti di persone diversamente abili. Nella cittadina senese si lavorerà attraverso workshop di teatro, musica, arti visive, parkour, clownerie, radiofonia, film e fotografia con il progetto che vede coinvolti giovani provenienti in prevalenza da Romania, Portogallo, Georgia, Serbia, Bosnia, Italia e Regno Unito.

Vari sono i nomi, locali e non, a cui TCFT si appoggia: oltre al Comune di Sarteanoe all'associazione Culturing, la nuova Accademia degli Arrischianti, il Teatro poverodi Monticchiello, l'associazione Rondine cittadella della pace, l’Abbazia di Spineto, i licei polizianie British Council Italia. La tappa italiana è diventata realtà grazie ai fondi del progetto europeo Erasmus+ e al sostegno di soggetti che prestano particolare attenzione alla responsabilità sociale come Aboca, Knight Frank, Coop, Monteverdi, Tuscany Inside Out e Anmic.

Oltre al programma formativo sono previsti due giorni di forum, con presenze autorevoli, su temi come razzismo, diritti umani, gender e quelli che sorgeranno dai dibattiti tra i giovani coinvolti. 

Ci sarà anche una presentazione da parte di alcuni membri della Glyndebourne Youth Opera che illustrerà il lavoro che stanno facendo sul tema dei rifugiati. Tina Ellen Lee, capofila e direttrice del progetto, ha tenuto a precisare lo spirito che muove TCFT: «Noi, esseri umani, comunichiamo al meglio tramite l’arte e la creatività. Fondamentale è dare spazio e importanza ai giovani, rendendoli in grado di capire la società in cui sono immersi e dando loro una voce con la quale possano diffondere il messaggio di un futuro differente».



Tag

Gregoretti, De Falco: "Differenze con Diciotti all'epoca non c'erano le regionali"

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Spettacoli

Attualità