Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO20°36°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 18 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Flavio Briatore: «Come fa una famiglia a vivere con 4mila euro al mese?»
Flavio Briatore: «Come fa una famiglia a vivere con 4mila euro al mese?»

Attualità giovedì 09 giugno 2016 ore 17:19

Cosimo dè Medici e Giano ancora più belli

Dopo il restauro della statua del Giano bifronte è stata restaurata anche quella di Cosimo III de Medici e i lavori si sono conclusi nei giorni scorsi



SAN QUIRICO D'ORCIA — A partire da venerdì 10 giugno cittadini e turisti gli interventi di restauro effettuati al piano basso degli Horti Leonini e il restauro conservativo per la statua di Cosimo III de Medici, situata al centro degli Horti Leonini e scolpita da Giuseppe Mazzuoli nel 1688, si è quindi concluso nei tempi stabiliti.

«Uno dei simboli di San Quirico, la statua di Cosimo, e il Giano, nel piano basso degli Horti Leonini – sottolinea il sindaco Valeria Agnelli –, sono tornati allo splendore che si meritano dopo interventi di pulizia molto importanti. Fin da questo fine settimana, turisti e cittadini potranno ammirare le due statue del giardino cinquecentesco di nuovo del colore bianco originario del marmo e del travertino, dopo un intervento conservativo appropriato, che da oggi in poi dovrà essere accompagnato da operazioni di manutenzione e piccole precauzioni durante le varie fasi stagionali».

I lavori della statua di Cosimo III dei Medici – eseguiti dalla Archeos Restauro Edile di Sinalunga, ditta aggiudicataria dell’appalto –, hanno interessato il monumento in marmo e travertino, che si presentava ricoperto da uno strato di licheni e funghi a causa del ristagno delle acque piovane che si sono depositate nel corso degli anni e di una umidità costantemente presente nel verde del giardino.

«La statua di Cosimo III dei Medici, fatta realizzare dai Chigi in onore del Granduca di Toscana – spiega Ugo Sani, assessore alla cultura – fino agli anni ‘50 era collocata nel salone Alessandro Magno di Palazzo Chigi - palazzo completamente danneggiato dalla seconda guerra mondiale – e quindi venne trasferita al centro degli Horti Leonini».

Quelli appena terminati sono stati i primi interventi di restauro e pulitura mai realizzati alle due statue, il restauro del Giano in modo integrale e quello di Cosimo in modo parziale siano stati finanziati con le risorse raccolte in occasione dell’acquisto all’asta del Bassorilievo risorse che furono interamente donate dalla cittadinanza.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si risveglia la passione a farsi imprenditori, con aumento delle attività mentre però crescono anche le cessazioni. La Toscana provincia per provincia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità