Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO11°19°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 22 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Torino, lo show di Cruciani a teatro interrotto dagli ambientalisti di Ultima Generazione

Attualità venerdì 29 maggio 2015 ore 06:30

Piano operativo al vaglio del Consiglio comunale

Sabato 30 Maggio il consiglio comunale si riunirà per chiamare al voto i consiglieri che decideranno se adottare o no il nuovo regolamento urbanistico



CHIUSI — Torna a riunirsi, alla vigilia delle elezione per il Consiglio regionale, il consiglio comunale, forse uno dei più importanti delle ultime decadi di storia della città per discutere un percorso di analisi e studi dove sono state comprese circa 80 proposte e suggerimenti arrivati in Comune dai cittadini nonché degli incontri pubblici come quello al Teatro Mascagni nel quale furono spiegate le linee guida e la filosofia della città di Chiusi nel futuro immaginata con il nuovo strumento urbanistico.

Come promesso in campagna elettorale il nuovo piano operativo prevede uno sviluppo che privilegia il recupero dell’esistente e in questo senso ad esempio la vecchia Fornace, recentemente sistemata nell’area esterna, potrà accogliere uffici, servizi e commercio. Nella zona della Pania sarà confermata la volontà di realizzare una cittadella dello sport mentre nella zona di Fondovalle sarà potenziato il sistema logistico di scambio merci e nell’area del vecchio Centro Carni sarà confermata la volontà e possibilità di accogliere una stazione in linea dell’Alta Velocità.

“Il prossimo consiglio comunale è per la nostra città molto importante – dichiara il sindaco Stefano Scaramelli – avevamo promesso che entro questo mese avremmo deciso sul futuro della nostra città e per questo sono soddisfatto del lavoro che è stato fatto e ringrazio anche e soprattutto i cittadini per i tanti suggerimenti che ci hanno dato. Per la nostra città è arrivato il momento di lasciarsi alle spalle le vecchie logiche che non ne hanno permesso lo sviluppo e di abbracciare una nuova forma di progresso che parli la lingua dello sviluppo sostenibile privilegiando in primis il recupero dell’esistente. Se il consiglio comunale approverà il nuovo regolamento urbanistico avremo fatto qualche cosa di storico per Chiusi perché saremo l’unica città in Toscana che in quattro anni è riuscita ad entrare nel proprio futuro approvando sia il piano strutturale che appunto il regolamento urbanistico entrambi attesi da oltre trenta anni.”

Linee guida del nuovo regolamento urbanistico saranno anche le opportunità di sviluppo di attività ricettive in centro storico, di insediamenti commerciali nei due centri commerciali naturali e lo sviluppo dell’area di Querce Al Pino per quanto riguarda l’incoming turistico. Accanto a tutto questo particolare attenzione sarà riservata al lago, alla campagna, alle aree verdi e ai parchi che saranno insieme tutelati e sviluppati; un progetto in questo senso sarà la demolizione dell’area dell’ex Fiat a favore di un parco a servizio del sentiero della bonifica. Anche i cittadini che hanno necessità di realizzare piccoli manufatti saranno soddisfatti grazie alla conferma di una profonda sburocratizzazione già iniziata alcuni mesi fa.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Parte una nuova campagna pubblicitaria per la promozione turistica della città, ecco la guida alle attività produttive locali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità