QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 10°12° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 14 novembre 2019

Attualità giovedì 09 aprile 2015 ore 14:08

Primo posto in Valdichiana per reddito procapite

La classifica del reddito è stata stilata dal Ministero dell’Economia e i dati, reperibili on line sul sito ministeriale, si riferiscono all’anno 2013



CHIUSI — I dati attestano una ricchezza media delle famiglie chiusine intorno ai 17.700 euro circa. Il dato che tiene conto anche del lavoro e del business delle aziende è più alto rispetto a quello del periodo pre-crisi quando nel 2007 il Comune di Chiusi si fermava a circa 15.600 euro circa.

Nella classifica del Ministero il Comune risulta avanti nel reddito dei propri cittadini anche rispetto al primo Comune della Valdichiana aretina (Civitella-17.300 euro circa) e rispetto al primo Comune confinante della regione Umbria (Città di Castello -17.100 euro circa). Per quanto riguarda i Comuni della Valdichiana la città di Porsenna è seguita da Montepulciano (17.400 euro circa) e Sinalunga (17.000 euro circa).

“Ovviamente – dichiara il sindaco Scaramelli – questa classifica non dice che tutto va bene e che tutti nella nostra città sono ricchi, ma è comunque un dato importante in particolar modo se paragonato al periodo pre-crisi perché significa che nonostante le difficoltà, nonostante i tagli dei vari governi a Chiusi siamo riusciti, con una politica amministrativa intelligente, a guardare oltre l’ostacolo e ad operare sempre a favore di imprese e cittadini.

Nel corso del nostro mandato abbiamo fatto alle volte scelte difficili da comprendere come ad esempio quella di estinguere mutui impiegando risorse che magari potevano servire a fare opere di facciata e di propaganda. A noi questo stile non ci appartiene, abbiamo deciso di fare un passo alla volta, di pagare le aziende e di dare una mano alla fetta di società più in difficoltà anche a costo di fare una opera pubblica in meno. Abbiamo attirato aziende, creato posti di lavoro e scommesso sull’energia del sole come fonte di reddito da investire nella scuola, nello sport e nel sociale per i prossimi venti anni. Grazie a questo il bilancio del Comune è solido e riesce a garantire servizi a tariffe invariate ai cittadini e tasse più basse.”



Tag

Dolomiti, caos e disagi per la neve

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità