Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:40 METEO:MONTEPULCIANO19°35°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 06 luglio 2022

RACCONTI E RIMEDI — il Blog di Ciro Vestita

Ciro Vestita

Medico fitoterapeuta, è docente in Nutrizione umana e fitoterapia all'Università di Pisa. È consulente per Rai Uno per i programmi "Porta a Porta", "Linea Verde", "Buongiorno Benessere"e "Uno Mattina." Tra i suoi libri: "La farmacia e la dispensa del buon Dio."

​L'uva passa regina delle colazioni

di Ciro Vestita - mercoledì 05 gennaio 2022 ore 07:30

Nei primi mesi del 1947 scoppiarono fra l' Urss e gli Alleati occidentali grandi schermaglie nella gestione della Germania sconfitta. Francia, Inghilterra, Usa, Urss avevano diviso la Germania in quattro zone di occupazione creando, anche per Berlino, in piena zona sovietica, una Kommandatura quadripartitica. 

Con il passare dei mesi l’Unione Sovietica creò sempre più problemi alla Berlino occidentalizzata fino a bloccare, via terra, qualsiasi contatto con il resto del mondo. Fu così creato dagli alleati un ponte aereo che, fra il luglio del 1948 e il maggio del 1949, effettuò 270.000 voli che trasportarono migliaia di tonnellate di viveri ai Berlinesi;un volo ogni tre minuti. Qualcosa di pazzesco; al di la’ degli aiuti umanitari fu anche un grande segnale di potenza tattica e logistica verso la Russia. 

All’operazione fu dato il nome particolare di ‘Rosinen Brucke’ semplicemente perchè il primo aereo trasportò uva passa (in tedesco Rosinen). E non fu un caso che il primo rifornimento fosse di uva passa (più noci e mandorle). Berlino era stata rasa al suolo e i Berlinesi erano alla fame. Occorrevano cibi ricostituenti e altamente energizzanti e la frutta secca è davvero tutto questo. 

L'uva passa, purtroppo, è ormai scomparsa dalle tavole degli Italiani, eppure e' un frutto ricchissimo in Resveratrolo (molecola salvacuore) e in Magnesio che è, in assoluto, il minerale più utile negli stati di deperimento e stanchezza. Le modalità per utilizzare l'uva passa sono tante; mescolandola a farina integrale ad es. si fanno ottimi pani antichi; ma il migliore uso dell'uva passa e' nel Muesli antica colazione dei contadini svizzeri, indicata soprattutto per avere molta energia durante la giornata lavorativa; in una tazza di latte bollente si mescolano fiocchi di avena, scaglie di cioccolato, uva passa e mandorle.Cosi facendo potremo poi fare un pranzo e una cena leggera seguendo il motto di Galeno: per stare bene fate una colazione da Re un pranzo da Principi ed una cena da Pezzenti; in questo modo avremo tanta energia di giorno e faremo riposare il fegato di notte.

Ciro Vestita

Articoli dal Blog “Racconti e rimedi” di Ciro Vestita