Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:MONTEPULCIANO10°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 19 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Metsola non strinse la mano a Muscat

Attualità giovedì 04 novembre 2021 ore 13:20

Irrigazione garantita con l'acqua collettiva

Tre i progetti a cui il Consorzio sta lavorando per portare la risorsa idrica alle aziende agricole del territorio



VALDICHIANA — L’irrigazione è un fattore strategico per l’economia, l’ambiente e il paesaggio. E’ il messaggio che arriva dalla Valdichiana dove, il Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno ha organizzato una giornata itinerante di approfondimento con la Vice Presidente della Giunta Regionale e Assessora all’Agricoltura Stefania Saccardi e l’Assessora all’Ambiente Monia Monni.

A tredici mesi esatti di distanza, dalla sigla del Patto per l’Acqua, con Regione Toscana e Organizzazioni Professionali Agricole, l’Ente torna a richiamare la necessità di mettere a disposizione delle imprese agricole del territorio acqua, sufficiente e certa per qualità e quantità.

“I bisogni sono stati censiti e monitorati dal Consorzio di Bonifica incontrando imprese e organizzazioni agricole. Sono stati valutati con attenzione le necessità agronomiche delle colture, la capacità di investimento e la volontà imprenditoriale di sviluppo e crescita dimostrata dalle imprese, il miglioramento ambientale che si può ottenere passando dall’attingimento da corpi idrici sotterranei e superficiali all’utilizzo dell’acqua irrigua proveniente dalla Diga di Montedoglio, il più grande invaso dell’Italia centrale”, ha spiegato la Presidente Serena Stefani, aprendo il workshop “Nuove sfide ambientali: tra difesa del suolo e irrigazione”, che si è tenuto a Sinalunga presso la Tenuta La Fratta.

La visita operativa in Valdichiana si è aperta a Castiglion Fiorentino, territorio dove, nei prossimi mesi, prenderà forma il Distretto Irriguo n. 8, infrastruttura progettata e realizzata dal Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno con i fondi del PSR 2014-2020 per portare l’acqua della diga di Montedoglio alle imprese agricole del territorio. Cornice della prima tappa del “tour”, a cui hanno partecipato i rappresentanti delle organizzazioni agricole, dei consorzi di bonifica della Toscana e i consiglieri regionali eletti nel comprensorio, l’azienda agricola Menci, un grande vivaio e una delle realtà produttive che hanno chiesto di essere raggiunte dalle reti di distribuzione collettiva della risorsa.

“E’ un distretto di 200 ha, con 4,3 km di tubatura e 17 punti iniziali di consegna - ha spiegato carte alla mano l’ingegner Lorella Marzilli, caposettore irrigazione del Consorzio -, ma strategico per le imprese locali, molte delle quali necessitano della risorsa irrigua tutto l’anno”.

Soddisfatto il sindaco Mario Agnelli che ha commentato: “E’ la risposta a un’esigenza forte del settore ortoflorovivaistico che non è il solo, in Valdichiana, a dover fare i conti con i cambiamenti climatici. Dobbiamo dare atto al Consorzio di Bonifica di averci creduto, di aver redatto un progetto sostenibile che darà risultati importanti a partire dalla primavera. Non è un punto di arrivo, ma un punto di partenza importante”.

Dopo la sosta a Camucia di Cortona per l’inaugurazione dell’intervento di manutenzione straordinaria sulla Reglia dei Mulini, l’ultima tappa è stata alla Tenuta La Fratta di Sinalunga, dove il Direttore Generale Francesco Lisi ha illustratotutti i progetti del Consorzio di Bonifica per l’irrigazione: in particolare quelli ancora alla ricerca delle risorse necessarie, che puntano a cogliere le opportunità messe a disposizione dal PNNR.

Ambizioso e importante per la vallata è il Distretto Irriguo n. 23. Per ora un progetto sulla carta, atteso dalle imprese agricole che intendono sviluppare attività e produzioni. Interesserà il comune di Foiano della Chiana e, più marginalmente, quello dei comuni di Castiglion Fiorentino, Marciano della Chiana e Lucignano: un’area dove la richiesta di acqua è altissima e a dimostrarlo ci sono i 439 pozzi autorizzati (almeno un quarto ad uso irriguo) e le 59 concessioni di prelievo da acque superficiali. La sua realizzazione è prevista per step. Sono tre gli stralci per dare forma all’infrastruttura che necessita di un investimento di quasi 30 milioni di euro. A intervento ultimato consegnerà l’acqua a un’area irrigabile di 2.300 ha con 42 punti di consegna e 40 km di condotte.

Un altro progetto è pensato per recapitare l’acqua alle aziende presenti nei comuni di Montepulciano, Sinalunga e Torrita di Siena. Qui potrebbe nascere il Distretto irriguo n. 38-39 per utilizzare la vasca che l’Ente Acque Umbre Toscane (EAUT) deve realizzare. Avrà 33 km di reti e 24 punti di consegna su una superficie di 2.900 ha.

Soluzioni strategiche per una vallata che nell’agricoltura ha il suo punto di forza. Lo hanno testimoniato gli imprenditori e i rappresentanti delle organizzazioni professionali agricole, che, intervenendo, hanno manifestato necessità chiare e forti, sostenute dai sindaci (presenti al gran completo a cominciare dal primo cittadino di Sinalunga che ha fatto gli onori di casa) e dai consiglieri regionali eletti nel comprensorio.

“E’ l’intelligenza di un sistema partecipato dal basso – ha commentato Massimo Gargano, Direttore ANBI (l’associazione nazionale dei Consorzi di Bonifica, Irrigazione e Miglioramento Fondiario) – che conosce le criticità del territorio, le affronta, le risolve e, nel momento in cui il mantra del Paese è lo sviluppo sostenibile, la distribuzione collettiva dell’acqua diventa una risposta seria e corretta, utile per valorizzare i territori e le loro economie, per dare occupazione e sviluppo, per rendere questo ambiente e questo paesaggio, di per sé meravigliosi, ancora più vivi e ancora più tutelati rispetto a quelle che sono le sfide poste dai cambiamenti climatici. L’agenda 2030 dell’Onu impone che si produca più cibo perché il mondo e questa nostra Italia hanno bisogno di più cibo. Irrigare è la chiave di volta per avere livelli di cibo qualitativi e quantitativi migliori”.

Richieste raccolte dalla vice presidente della giunta toscana Stefania Saccardi: “E’ stato importante ascoltare i bisogni di quest’area che ha voglia di i investire e crescere. Da qui parte la ricerca di strumenti per provare a implementare opere e interventi, in modo da dare a questo territorio, che in estate ha sofferto molto a causa della siccità, risposte concrete, perché i cambiamenti climatici sono un fenomeno ordinario con cui occorre fare i conti in modo stabile. La Regione ha necessità di comprendere dove intervenire, quali strumenti può mettere a disposizione, come lavorare insieme agli attori locali, a cominciare dal Consorzio, per migliorare il territorio, l’agricoltura e l’economia del comprensorio”.

Serena Stefani, Presidente Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno, in conclusione dei lavori, ha richiamato l’impegno preso il 3 ottobre 2020. “A 13 mesi esatti dalla sigla del patto per l’acqua, sottoscritto ad Arezzo dal Consorzio di Bonifica con la Regione Toscana e le Organizzazioni Professionali Agricole, torniamo a richiamare la necessità di politiche regionali efficaci e celeri per il sostegno e lo sviluppo dell’irrigazione collettiva nel nostro comprensorio. Programmare una visita in Valdichiana ci è parso il modo migliore per documentare alle assessore all’agricoltura Stefania Saccardi e all’ambiente Monia Monni le reali esigenze delle aziende agricole e il lavoro fatto dal Consorzio in questi mesi. La loro presenza congiunta è per noi fondamentale. Significa contare sul dialogo tra due settori, agricoltura e ambiente, che, davanti alle nuove sfide ambientali, dovranno sempre più dialogare e muoversi in sinergia. Tra loro e con il territorio”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Lettera del sindaco e dell'assessore Cappelletti all'azienda. Si tratta del servizio di Manciano, la comunicazione arrivata al Comune
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità