Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:42 METEO:MONTEPULCIANO11°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 08 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Iran, il video del processo al manifestante giustiziato: «Accusato di ‘inimicizia contro Dio'»

Politica martedì 14 aprile 2015 ore 09:37

Tre domande a Simone Bezzini (PD)

Intervista esclusiva a Bezzini, ex Presidente della Provincia di Siena e candidato del Partito Democratico alle prossime elezioni regionali.



SIENA — Nel corso della visita a Siena del Presidente Enrico Rossi di lunedì 13 aprile, abbiamo avuto modo di incontrare tutti e sei i candidati del Partito Democratico senese alle prossime elezioni regionali del 31 maggio. Abbiamo colto l'occasione per un'intervista esclusiva su alcuni temi strategici quali la sanità, l'agricoltura, lo sviluppo economico e il futuro del nostro territorio

Simone Bezzini, candidato del PD alle prossime elezioni regionali: verso quali obiettivi è importante lavorare?

Credo che per quanto riguarda territori come quello della Provincia di Siena occorre che ci sia la capacità, dentro un processo di riordino istituzionale, di tenere legato il territorio senese alla Regione Toscana. Da una parte Siena ha bisogno della Regione Toscana, ha bisogno di costruire della progettualità condivisa, di attrarre finanziamenti; dall'altra parte credo che la Regione Toscana debba guardare con grande attenzione alle peculiarità, alle eccellenze del territorio senese, perché la Provincia di Siena può essere uno dei motori di sviluppo. Pensiamo all'agroalimentare, al turismo, al distretto delle scienze della vita, ad alcuni comparti del manifatturiero, alla cultura: settori dove questo territorio può portare un contributo anche allo sviluppo dell'intera regione.

C'è un settore su cui si è lavorato poco nella passata amministrazione regionale?

C'è un settore, secondo me, dove non è che si sia lavorato poco, ma è necessario avere un legame più forte con i territori. Penso al turismo, perché c'era il modello organizzativo delle APT, poi è stato superato, la competenza è passata alle province. Adesso c'è una nuova legge che per un verso trasferisce ai comuni, per un altro accentra su Toscana Promozione. Ecco, se dovessi dire un settore, nel turismo noi dobbiamo legare di più la promozione di carattere regionale alle peculiarità di un territorio come quello della Provincia di Siena. Perché il successo del turismo nel nostro territorio passa per il mix di ingredienti di qualità che questo territorio ha, quindi serve promozione integrata e coordinamento, serve la capacità di valorizzare le diverse realtà locali. Su questo, a mio avviso, serve uno sforzo in più.

Tre parole per "cambiare verso" alle Terre di Siena?

Intanto apertura, perché dobbiamo essere un territorio più aperto, che ha capacità di dialogo con l'area vasta Toscana sud, con la regione, che costruisce progettualità in grado di attrarre i finanziamenti europei. Il secondo aspetto è un territorio che deve continuare a essere solidale, dove vanno tutelati al massimo servizi come quello della sanità; il diritto alla salute deve continuare a essere una prestazione pubblica di carattere universalistico, vanno presidiati gli elementi di eccellenza che riguardano i servizi sociosanitari. L'altro aspetto è il dinamismo, perché noi dobbiamo anche sviluppare una forte capacità di innovazione, dobbiamo sostenere la creazione di nuova impresa. Per esempio ci sono degli incubatori che stanno funzionando nelle Terre di Siena, penso a Toscana Life Science, penso anche ad altre esperienze che sono maturate in questi anni che bisogna sostenere. Perché rinnovando il tessuto economico, dando forza ad esperienze imprenditoriali promosse da giovani, si possono creare nuove opportunità di lavoro.


© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dopo l'autopsia riapre domani, 8 dicembre, la camera ardente. Mentre venerdì alle 15 si svolgeranno i funerali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Lavoro