Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:MONTEPULCIANO20°34°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 05 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Marmolada, due escursionisti vengono sfiorati dalla colata di ghiaccio

Attualità lunedì 30 maggio 2016 ore 10:35

La razza chianina ha il suo monumento

Durante ‘La Valle del Gigante Bianco’ apertura di un centro documentale e l’inaugurazione del percorso cicloturistico dedicato alla razza chianina



SINALUNGA — In occasione dell'apertura della 12esima edizione de ‘La Valle del Gigante bianco’, manifestazione dedicata alla chianina in corso a Bettolle e che coinvolge tutto il territorio, è stata presentata l’opera scultorea monumentale dedicata alla razza chianina.

Il presidente dell’Associazione Amici della Chianina, Giovanni Corti, ha spiegato che la scultura è stata realizzata dai cantieri del Carnevale di Foiano, i quali hanno realizzato la struttura interna di ferro e poi l’artista cortonese Antonio Massarutto ha terminato l'esterno utilizzando la tecnica del materiale povero. Massarutto è famoso anche per le sue opere ispirate al cinghiale e realizzate anch'esse con materiali poveri. La realizzazione dell'opera rappresenta un grande lavoro di squadra tra i vari territori della Valdichiana.

La scultura verrà posta all’uscita del casello autostradale A1 Valdichiana come benvenuto e segno distintivo per tutti quei turisti che arriveranno nel nostro territorio sempre più unito nel segno della Chianina. La statua rappresenta il punto di partenza alla firma del protocollo d’intesa avvenuta tra i diciassette Comuni della Valdichiana per la tutela e la valorizzazione della razza chianina. Prima di essere posto definitivamente all’uscita dell’A1, il grande toro farà un tour per la Valdichiana per farsi ammirare in tutta la sua grandezza ed importanza.

Sempre nel fine settimana è stato aperto il centro documentale sulla razza chianina e la zona d’origine con lo scopo di fare promozione direttamente e in collaborazione con enti pubblici e privati con iniziative che vadano a tutela della razza chianina e della zona di origine la Valdichiana. Il centro documentale potrà anche divenire il motore di nuove molteplici attività in collaborazione con le varie Amministrazioni, le Università e a tutti coloro che in diversi livelli possano riempire il centro con filmati, vecchi documenti, libri e memorie a beneficio della razza chianina e del territorio.

Un’altra iniziativa che cerca di tutelare la razza e il territorio è il percorso cicloturistico che interessa i Comuni di Cortona, Sinalunga e Trequanda, Foiano della Chiana e Montepulciano. Strade che permettono di conoscere gli allevamenti di razza chianina presenti nel nostro territorio. Il taglio del nastro è avvenuto proprio davanti al monumento di Ezio Marchi, il padre della chianina, ed erano presenti il sindaco di Sinalunga Riccardo Agnoletti, il sindaco d  Trequanda Roberto Machetti, l'assessore del Comune di Foiano Alice Gervasi e all'assessore del Comune di Cortona Albano Ricci. Il percorso rappresenta uno strumento per sviluppare ancora di più l’accoglienza turistica nel nostro territorio e promuovere le sue eccellenze.


© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A bordo di una vettura coinvolta ci sarebbe stato anche un bambino. Il sinistro al chilometro 408. Feriti soccorsi dal 118
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità