Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:MONTEPULCIANO16°27°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, scontri al corteo No green pass: i manifestanti sfondano il cordone della polizia

Attualità giovedì 27 aprile 2017 ore 12:50

Fedeli della diocesi in pellegrinaggio a Bologna

Oltre trecento pellegrini per il pellegrinaggio diocesano del 25 aprile guidato dal Vescovo Manetti, entusiasta nel vedere tanta gente dalla Diocesi



MONTEPULCIANO — Tappa per questo tradizionale appuntamento è stata la città di Bologna, che ha accolto i visitatori in una calda giornata. I pellegrini di molte diocesi italiane si sono ritrovati in Piazza Maggiore, davanti al momento-simbolo del capoluogo emiliano: la Chiesa di San Petronio, considerato patrimonio “civile” da ciascun bolognese. 

Dopo il saluto del Vescovo c’è stata la spiegazione artistica del grande edificio – il terzo per grandezza in Italia, dopo Milano e Firenze – ad opera di don Antonio Canestri, attualmente direttore dell’Ufficio dei Beni Culturali della Diocesi di Montepulciano-Chiusi-Pienza. Al termine monsignor Manetti ha guidato il canto pasquale per eccellenza,  il Regina Coeli. Estasiati i volti dei presenti che, con calma, hanno potuto ammirare le bellezze delle numerose chiese nonché degli edifici circostanti, come i grandi palazzi nobiliari che si affacciano sulla Piazza. 

Gli oltre trecento fedeli “diocesani” si sono poi ritrovati dinanzi alla Basilica minore di San Domenico, dove sono custodite le spoglie mortali di uno dei santi più conosciuti dalla cristianità e citato persino da Dante unitamente a San Francesco d’Assisi. Proprio all’interno della Basilica, ben curata dai padri domenicani, c’è stato l’incontro con mons. Matteo Zuppi, Arcivescovo di Bologna, scelto direttamente da Papa Francesco per la guida della Chiesa petroniana. Il Pastore – di origine romana – col suo fare semplice e umile, ha portato il saluto e la gioia personale per “un gruppo così numeroso venuto ad omaggiare San Domenico”. Nel suo breve saluto mons. Zuppi ha ringraziato “il fratello Vescovo Stefano” per la scelta di Bologna come meta annuale del pellegrinaggio “che ogni anno vi vede radunati intorno ad una figura di santità”

Il Vescovo Manetti ha risposto con un caloroso abbraccio alle parole di mons. Zuppi, ringraziando a sua volta per l’accoglienza e “il saluto nonostante i tuoi numerosi impegni”. Proprio nella Basilica domenicana i pellegrini hanno celebrato l’Eucaristia, alla presenza di quasi venti sacerdoti giunti dalle tre Vicarie in cui si suddivide il territorio diocesano e del servizio liturgico ben curato dai ministranti della comunità di Sarteano. 

Ad animare la solenne celebrazione un gruppo di coristi provenienti da quasi tutte le Parrocchie. Nella sua omelia il Vescovo Stefano, ringraziando i sacerdoti per aver accompagnato i loro fedeli, ha proposto all’attenta assemblea tre figure di riferimento: San Marco, la cui festa si celebrava proprio il 25 aprile, San Domenico, “scopo” del pellegrinaggio annuale della Diocesi, e Sant’Agnese Segni, domenicana, il cui anno giubilare è iniziato pochi giorni fa in Montepulciano, nel santuario a lei intitolato. Tre figure che segnano il cammino della Chiesa diocesana mentre si avvia a conclusione l’anno pastorale. 

Presenti al pellegrinaggio diocesano anche circa venti giovani, guidati dal responsabile della Pastorale Giovanile diocesana don Claudio Porelli, che nei giorni precedenti hanno fatto tappa anche a Rimini e Ravenna. Un pellegrinaggio – quello del 25 aprile – ben riuscito, i cui frutti spirituali si raccoglieranno nei mesi a venire, imitando una delle figure che più ha segnato il cristianesimo, San Domenico di Guzman, assertore intrepido della verità nella carità.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è avvenuto questa mattina intorno alle 11 a Foiano della Chiana. Ferita anche una donna di 40 che che viaggiava con il centauro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca