Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:MONTEPULCIANO16°35°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 23 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ddl Zan-Vaticano, Draghi: «Questo è uno Stato laico, non uno Stato confessionale»

Attualità sabato 19 novembre 2016 ore 16:56

'Un tartufo per la pace' alla famiglia Regeni

“Un tartufo per la Pace” è il Premio Internazionale che il Comune di San Giovanni d’Asso attribuisce a coloro che combattono ingiustizia e crimine



MONTALCINO-SAN GIOVANNI D'ASSO — Il premio 'Un tartufo per la pace' è stato assegnato alla famiglia di Giulio Regeni, il giovane ricercatore italiano rapito, torturato e ucciso in Egitto lo scorso gennaio. 

Ogni anno, nell’ambito della Mostra Mercato del Tartufo Bianco delle Crete Senesi, il premio viene conferito ad organizzazioni o personaggi che combattono l’ingiustizia e il crimine difendendo i diritti fondamentali dell’uomo.

A ritirare il premio saranno la mamma Paola Deffendi e il padre Claudio, accompagnati dall’avvocato Alessandra Ballerini che con passione e competenza segue il caso fin dai primi momenti. La cerimonia si terrà nella Sala del Camino del Castello di San Giovanni d’Asso domenica 20 novembre.

La Famiglia Regeni viene premiata per la determinazione e la fermezza morale con le quali si sta battendo per ottenere la verità sulla morte del figlio Giulio, un giovane italiano che ha pagato la sua voglia di conoscere, di essere parte attiva in una società senza confini, impegnato a migliorare la nostra società. Un premio in memoria di Giulio perché lui stesso diventi simbolo di legalità e di giustizia nella ricerca della verità per la libertà degli uomini e dei popoli.

“Il premio – dice il sindaco di San Giovanni d’Asso, Fabio Braconi – è anche un modo per rilanciare la campagna ‘Verità per Giuglio Regeni’ promossa da Amnesty International per non permettere che l’omicidio del giovane ricercatore italiano finisca per essere dimenticato, o peggio, destinato restare una delle tante inchieste in corso senza speranza di individuare i colpevoli. Anche la nostra piccola comunità si unisce alla richiesta di tanti enti locali, dei principali comuni italiani, delle università e di altri luoghi di cultura del nostro Paese”.

Il premio “Un Tartufo per la Pace”, negli anni passati, è stato conferito, tra gli altri, a Tano Grasso, Antonino Caponnetto, Gino Strada, don Luigi Ciotti, “Save the Children onlus”.

La premiazione della famiglia Regeni concluderà il secondo ed ultimo week end della Mostra Mercato del tartufo Bianco delle Crete Senesi. Importante appuntamento annuale che richiama estimatori e appassionati di tartufo da tutta Italia con convegni. incontri, workshop e cookingshow.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Da questa settimana, ogni venerdì, il Comune divulgherà il bollettino
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS