Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:40 METEO:MONTEPULCIANO25°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 23 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
No-vax contesta Letta e interrompe il comizio a Trieste: «Il vaccino è libertà?»

Attualità venerdì 19 giugno 2015 ore 14:15

Lega Nord: “Clandestini ospiti per fini economici”

Fanno discutere le dichiarazioni di un albergatore che nella sua struttura sta ospitando 35 presunti profughi, la Lega Nord fa alcune precisazioni



CHIANCIANO TERME — Francesco Giusti, vice segretario nazionale del Carroccio, tramite facebook ha commentato così le dichiarazioni dell’albergatore: ""Bravi ragazzi: mi chiamano papà!”. Così parla un imprenditore alberghiero rivolgendosi ai 35 profughi che opsita nella sua struttura alberghiera della località termale. Peccato che poi lo stesso precisi: "Io sono un imprenditore e mangio ciò che metto nel mio piatto. Profughi o no per me l’azienda deve stare a galla”. Ecco svelato il business dell'immigrazione, la volontà di sfruttare l'ospitalità dei clandestini per meri fini economici".

Inoltre Giusti ha proseguito tirando in ballo anche il sindaco di Chianciano Andrea Marchetti dicendo che: "Il rilancio di Chianciano, che ha sofferto la crisi economica a causa del malgoverno del Pd, non passa dai clandestini. Sindaco Marchetti è ora di opporsi a questi arrivi: Chianciano, stazione termale, deve avere zero presunti profughi e zero clandestini. A Chianciano invece i presunti profughi (ad oggi 70, più del 20% dell'intera provincia) rappresentano l’1 percento della popolazione residente. Come mai una località turistica come Chianciano deve subire questi numeri totalmente sproporzionati? Qualcuno si rende conto che la loro presenza non è il massimo per la stagione e che spesso le lamentele ed i timori dei residenti e dei turisti (quelli veri, che portano soldi) si fanno sentire sempre più forti? Per ora non mi resta che lanciare un appello ai chiancianesi senza lavoro, senza futuro e senza speranza un invito: rivolgetevi al Sig. Francesco De Santi, il proprietario dell'albergo che i presunti profughi chiamano "babbo"”.

A queste dichiarazioni sui social network sono seguiti commenti fortemente negativi che hanno portato tutti ad una conclusione, ovvero per la Lega ospitare i clandestini in strutture alberghiere è solo business che va a immediatamente fermato, prima che la situazione possa degenerare e la cittadina trovi una nuova economia, parassitaria.

A fare eco a Giusti, Marcello Piscitello, consigliere comunale della Lega Nord di Sarteano che dice: "Dobbiamo pensare prima alla nostra gente, poi agli altri. Chianciano Terme è satura e la Valdichiana, che ha già un 10 percento di immigrati regolari ed ha una disoccupazione, giovanile e non, in forte crescita, non può permettersi di ospitare persone provenienti da ogni dove a tempo indeterminato e senza sapere chi è".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Raggiravano i malcapitati rifilandogli prodotti scadenti e svuotando loro il portafogli. Beccati e denunciati dai Carabinieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Attualità