Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:MONTEPULCIANO18°26°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
lunedì 27 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Francia, Macron colpito da un uovo a Lione: contestatore centra il presidente

Attualità venerdì 15 gennaio 2021 ore 07:00

Deposito nucleare, Meoni lancia la controffensiva

Il sindaco ha inviato una lettera a suoi colleghi della Valdichiana per coordinare azioni che evitino la decisione del Governo



CORTONA — Il Comune di Cortona ha inviato a tutti i comuni della Valdichiana aretina e all'Unione dei comuni della Valdichiana senese (di cui è presidente il sindaco di Trequanda) una lettera per dare vita ad una cabina di regia che contrasti il progetto del nucleare tra Trequanda e Pienza.

Ecco il testo della lettera a firma del sindaco Meoni:

"L’amministrazione comunale di Cortona ha avuto modo di esprimere pubblicamente solidarietà nei confronti dei Comuni della Val d’Orcia interessati dalla localizzazione di un deposito di rifiuti radioattivi. Siamo preoccupati dall’ipotesi resa nota dal Ministero dell’Ambiente di prevedere un’area di stoccaggio al confine fra Pienza e Trequanda. Crediamo tuttavia che la solidarietà possa non essere sufficiente e vogliamo manifestare alle amministrazioni interessate la nostra disponibilità a condividere azioni e strategie al fine di scongiurare questa eventualità. Sono numerose le attività in cui la Valdichiana aretina e quella senese sono in continuo dialogo, sono sempre di più i tavoli di confronto attraverso i quali vengono portati avanti progetti per lo sviluppo della nostra economia. Per queste ragioni crediamo che anche in questo caso, nella possibilità che venga inferto un danno alla nostra immagine, sia importante fare squadra e mettere insieme tutte le risorse necessarie al respingimento del progetto di stoccaggio di rifiuti radioattivi. Siamo disponibili e ci facciamo promotori di un incontro per valutare le azioni da portare avanti per scongiurare uno scenario che definiamo nefasto, pur consapevoli che il problema della gestione dei rifiuti nucleari sia un tema di grande rilievo a cui il Paese deve trovare una soluzione. Restiamo in attesa di un riscontro al fine di valutare la disponibilità di ciascuno e di stabilire il da farsi".

La questione del deposito di rifiuti radioattivi tra la Valdichiana e la Val d'Orcia sta destando grandi polemiche e preoccupazioni, tanto che da più parti si sono già alzate voci contrarie: da Anci Toscana al consiglio regionale fino ovviamente ai Comuni coinvolti e quelli che si trovano nelle vicinanze. 

Il Governo ha infatti individuato una serie di aree idonee per il deposito nazionale dei rifiuti nucleari. Tra queste, in Toscana sono indicate la zona tra Pienza e Trequanda, in provincia di Siena e Campagnatico, in provincia di Grosseto. Ma la battaglia contro questa possibilità è già iniziata. 

Simona Buracci
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Prossima seduta dell'assise cittadina giovedì 30 settembre con dieci punti all'ordine del giorno
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Elezioni

Attualità