Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:54 METEO:MONTEPULCIANO17°35°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
sabato 24 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'avversario «immaginario» di Vito Dell'Aquila, ecco come si è allenato per le Olimpiadi

Attualità martedì 18 agosto 2020 ore 11:19

L'omaggio del Premio Fair Play a Franco Lauro

Scomparso lo scorso aprile, il noto giornalista sportivo è stato per anni conduttore della kermesse sportiva. Gli viene intitolata una categoria



CASTIGLION FIORENTINO — Un riconoscimento dedicato alla memoria del giornalista sportivo Franco Lauro è una delle novità più emozionanti che caratterizzeranno la XXIV edizione del Premio Internazionale Fair Play – Menarini, in programma giovedì 10 settembre a Castiglion Fiorentino. 

Lo scorso aprile, la notizia della prematura scomparsa del noto giornalista, telecronista e conduttore televisivo aveva sconvolto l’intero mondo dello sport e la grande famiglia del Premio Fair Play – Menarini che, con Franco Lauro, ha condiviso buona parte del suo percorso. Da quest’anno la categoria “Narrare le emozioni”, riservata alle figure del giornalismo che hanno saputo raccontare lo sport, le sue storie più significative e i suoi valori, sarà dunque intitolata a Franco Lauro e il riconoscimento sarà assegnato ad un giovane giornalista che, proprio come lui, si occupa di basket. Un gesto doveroso che dimostra la stima e l’affetto che gli organizzatori del premio, Angelo Morelli e Chiara Fatai, hanno sempre nutrito nei confronti di questo grande professionista.

Franco Lauro è sempre nei nostri pensieri e l’intitolazione della categoria ‘Narrare le emozioni’ alla sua memoria ne è un segno tangibile – illustra Angelo Morelli, presidente del comitato organizzatore del Premio Fair Play.- Franco è sempre stato un grande professionista e, per noi, è stato anche un grande amico e un prezioso supporto alla crescita del nostro evento. La sua preparazione era fuori dal comune, riusciva a stupire tutti perché, a volte, durante le interviste con i premiati, riusciva a raccontare aneddoti delle loro vite e delle loro imprese che nessuno aveva mai sentito. Era unico, ma soprattutto un grande signore. Le sue telecronache sul basket erano indimenticabili. Potevi anche chiudere gli occhi e non guardare lo schermo, il suo racconto bastava per immaginare cosa stesse esattamente succedendo in campo. Ci manca davvero molto.”

La sua storia accanto al Premio Fair Play – Menarini era iniziata nel 1999 quando era stato premiato al Teatro Petrarca di Arezzo diventando ambasciatore del fair play e, successivamente, conduttore delle edizioni cortonesi della manifestazione e delle prime edizioni ospitate a Castiglion Fiorentino.

Franco l’ho conosciuto nel 1999 quando abbiamo istituito la categoria ‘Narrare le emozioni’ e lui è stato il primo giornalista a ricevere il riconoscimento – illustra Chiara Fatai, vicepresidente comitato organizzatore del Premio Fair Play.- Mi hanno colpito subito il suo modo di trasmettere emozioni, di catalizzare l’attenzione, e la sua abilità di coinvolgimento. Dal primo momento in cui l’ho conosciuto, ho capito che sarebbe dovuto diventare il nostro conduttore. E così è stato per ben cinque edizioni del premio quando la Rai è divenuta nostra media partner. Anche se, in questi ultimi anni, la trasmissione televisiva è affiancata da un’altra emittente, i rapporti con Franco non si sono mai allentati. Per noi è stato un amico fraterno e la sua repentina scomparsa è stata una ferita troppo profonda”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Iniziativa nell'ambito del cartellone estivo "Notte sensoriali". Questa sera biglietto e fiore nei tavoli dei ristoranti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS