Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO13°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 04 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Laura Pausini si commuove dopo la vittoria del Golden Globe: «Sono molto emozionata»

Politica domenica 24 gennaio 2021 ore 08:37

Asta ex Sadam, i dubbi di "Città al Centro"

Il gruppo consiliare interviene sul tema di stretta attualità chiedendo lumi su alcune dichiarazioni a mezzo stampa del sindaco



CASTIGLION FIORENTINO — Sulla questione della vendita all'asta dell'area ex zuccherificio di Castiglion Fiorentino interviene il Gruppo Consiliare "Città al Centro: "Pensiamo che sia al tempo stesso una buona ed una cattiva notizia. Tutto dipenderà da chi sarà l’acquirente e quali saranno i progetti futuri. Abbiamo un’area produttiva (quindi assimilata ad Area Industriale) tanto grande da poter essere una opportunità per il nostro territorio e per il suo sviluppo, quanto un grande potenziale problema".

Secondo "Città al Centro", "il dubbio per gli investitori potrebbe essere la bonifica, in parte ancora da realizzare e in parte autorizzata, ma di fatto non eseguita, perché proprio la parola “produttiva”, messa nelle Norme del Regolamento Urbanistico di Castiglion Fiorentino assieme ai tanti buoni propositi dell’Area Programma appositamente predisposta, ha di fatto regalato a Sadam la “non bonifica” per le aree già autorizzate".

Con il secondo mandato del sindaco Agnelli, il gruppo aveva "chiesto ed ottenuto l’istituzione della Commissione Bonifica Sadam che per tanti motivi sostanzialmente si è però riunita una sola volta e non ha prodotto nulla, se non richiedere ed ottenere con un anno di ritardo la relazione sullo stato della bonifica dal tecnico esterno che - per conto del Comune - ha presenziato a tutte le fasi autorizzative".

"Città al Centro" si chiede come mai, a 6 giorni dall'asta, il sindaco abbia rilasciato un'intervista dicendo: “….nel regolamento urbaistico del Comune, l'area ha vocazione industriale, profilo che resterà tale e quale".

"Tra pochi mesi saranno adottati il nuovo Piano operativo e il nuovo Piano strutturale intercomunale, in conformità alla vigente Legge Regionale e le previsioni chiaramente dell’attuale R.U. possono comunque, e speriamo lo saranno, variate - continua il gruppo - Crediamo fortemente che l’area Ex Sadam sia una opportunità per il nostro territorio e che, proprio per questo, la sua destinazione futura sia da scegliere assieme tra cittadini, amministrazione e tutti gli altri attori in campo. Esiste la possibilità di creare sviluppo, occupazione e recupero dell’area anche con attività non necessariamente industriali".

Secondo "Città al Centro", la dichiarazione del sindaco "sembra sia fatta apposta per tranquillizzare chi magari è titubante ad investire nell’area, soprattutto perché il sindaco e gli altri amministratori, quando nel 2015 fu fatto notare che l'espressione “attività produttive” era pericolosa, in quanto non era ancora definitivamente sventato il problema Centrale a Biomasse, avevano sempre elogiato l'Area programma, piena magari di buoni propositi, ma ignorando il vero significato della "definizioncina" (ad hoc?) messa a lato".

Conclude "Città al Centro": "Non vorremmo assistere alla situazione paradossale che, visto che abbiamo regalato la “non bonifica” a Sadam, dovremmo come conseguenza regalare una “destinazione industriale” a qualche soggetto che non ha a cuore il nostro Castiglion Fiorentino ed il suo territorio. Siamo però certi che l'amore e l'attaccamento dichiarati a più riprese dagli amministratori per il nostro Comune impediranno cose spiacevoli per tutti".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità