Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:50 METEO:MONTEPULCIANO16°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
lunedì 01 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Amadeus: «Avremo degli applausi finti ma immagineremo che siano del pubblico a casa»

Attualità giovedì 21 gennaio 2021 ore 13:10

Ex zuccherificio, asta di vendita il 27 gennaio

La zona è stata un vero e proprio polo bieticolo saccarifero per decenni, dando lavoro a centinaia di persone tra fissi e avventizi



CASTIGLION FIORENTINO — Si terrà il 27 gennaio l'asta per la vendita dell'area ex zuccherificio di Castiglion Fiorentino, insieme a quella dell'ex zuccherificio in terra sarda, a Villasor. 

La notizia si è diffusa questa mattina quando il sindaco Mario Agnelli ha pubblicato un post su Facebook.

La vendita riguarda quindi due lotti: per quello di Castiglion Fiorentino, la base d'asta è di 800 mila euro mentre per Villasor è  100 mila euro

L'area è ormai abbandonata da anni dopo essere stata un volano fondamentale per l'intera Valdichiana, visto che lo zuccherificio dava lavoro a centinaia e centinaia di persone (300 tra fissi e avventizi). 

Dal 1962 e fino al 2005, anno dell'ultima campagna, Castiglion Fiorentino è stato un importante polo bieticolo saccarifero, con 5 milioni di quintali di barbabietole lavorate e 10 mila quintali di zucchero prodotto ogni giorno. 

Il sito ha una superficie complessiva di circa 120 ettari e precisamente 1.185.941 mq, a cui vanno aggiunti 36.835 mq nella zona della Cava Ceriolo, per un totale di mq 1.222.776. Sono così distribuiti:

Area dello stabilimento 144.700 mq;

Vasche melme poste alle spalle dei fabbricati 84.528 mq;

Aree occupate dai bacini 627.185 mq;

Rimanenti aree 366.363 mq.

Simona Buracci
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità