Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:MONTEPULCIANO13°26°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 11 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'ultimo saluto a Luana, morta sul lavoro a 22 anni: applausi, palloncini e forte commozione

Cronaca mercoledì 30 agosto 2017 ore 16:59

Il doppiofondo del tir imbottito di marijuana

Un carico da trentotto chili di stupefacente è stato scoperto su un tir fermato in A1. Immesso sul mercato avrebbe fruttato almeno 40mila euro



VALDICHIANA — Il conducente del camion è incappato in uno dei nodi della 'rete' di controlli imbastiti dalla polizia stradale in tutta la Toscana. Quando la paletta si è alzata per intimargli l'alt al casello dell'A1 di Valdichiana, l'uomo si è subito innervosito. Un comportamento dovuto in primo luogo al suo status di irregolare in Italia: gli agenti, infatti, hanno scoperto che l'uomo, albanese di trent'anni, era entrato in Italia clandestinamente via nave da due giorni. 

A destare i maggiori sospetti dei poliziotti, però, è stato il cassone del camion apparentemente vuoto. Messo davanti all'evidenza dei fatti, l'uomo non è stato in grado di dire né da dove provenisse né dove fosse diretto. A svelare l'arcano sono stati i controlli sul tir: guardandolo bene, infatti, gli agenti si sono accorti che il cassone all'interno era decisamente meno spazioso di quanto non potesse sembrare dall'esterno. C'è voluto poco a scoprire che quello che avrebbe dovuto essere il fondo del cassone in realtà era un pannello mobile: nel vano sottostante c'era il carico di marijuana. I poliziotti ne hanno contate diciotto buste in cellophane per un totale di 38 chili. 

Per il conducente è scattato quindi l'arresto mentre camion e droga sono stati sequestrati

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca