Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:48 METEO:MONTEPULCIANO11°21°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
domenica 02 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Strage allo stadio di Malang (Indonesia): 182 morti dopo l'invasione di campo

Attualità venerdì 03 giugno 2016 ore 11:40

Palio, fantini pronti per la prova sul tufo

Foto di: Foto Sange

E’ già il momento di tornare sull’anello di tufo per contendersi il panno, dipinto dalla giovane artista locale Valentina Corbelli



TORRITA DI SIENA — Sarà la sessantesima carriera in cinquant’anni e, come nel 2011, per i 150 anni dell’Unità d’Italia, anche stavolta si correrà in notturna, una condizione che aggiunge alla sfida una buona dose di spettacolarità e suggestione.

Il drappellone della Corbelli, presentato alla piazza, ha convinto ed entusiasmato il pubblico ed il prolungato applauso che si è levato dalla folla è stato il più esplicito segnale di gradimento. Anche gli sbandieratori e tamburini delle otto contrade che si sono fronteggiati in una gara di abilità di livello tecnico e spettacolare quanto mai elevato. Alla fine la giuria ha premiato, con votazioni molto alte, i tamburini di Cavone Giulio Grazi e Lorenzo Capecchi e gli sbandieratori de Le Fonti, Gabriele Grotti e Stefano Falegnami.

Il programma del palio di sabato 4 giugno 2016 si aprirà nel primo pomeriggio, alle 15.00 e dopo la suggestiva passeggiata attraverso i borghi della cittadella medievale del corteo storico, alle 21.30 al Gioco del Pallone la gara. Inedita la formula della carriera con due batterie eliminatorie da quattro, che promuoveranno le prime due classificate, una di recupero e la consueta finale a cinque.

Nella prima manche si confronteranno Refenero, che riproporrà il contradaiolo Alessandro “Gighen” Massaro, Porta a Sole, con Matteo “Galletto” Noli, Cavone, che conferma Mojito, e Le Fonti, che ha provveduto mediante estrazione a scegliere il fantino in una terna di papabili (tutti contradaioli) e che affiderà la casacca bianco-rossa al già vittorioso Michelangelo “Fracassa” Goracci.

La seconda batteria avrà come protagoniste Porta Gavina, con Mirko “Baturlo” Ciancagli, Porta Nova, con il fortissimo Alessandro “Cobra” Guerrini, la Stazione (che, insieme alle Fonti, si fregia della stella per le dieci vittorie), con l’altrettanto competitivo Francesco “Spighetto” Ferrari e infine Porta a Pago con un altro professionista, Massimo “Desiderio” Mazzarani.

Ma c’è almeno un “convitato di pietra” che scalpita e che, a chiamata, sarebbe pronto a scendere sul tufo: è Andrea “Drago” Peruzzi, con cinque successi il fantino in attività più titolato, recentemente investito a furor di popolo del titolo di successore del leggendario re della piazza Maurizio “Riccio” Mantini (sei vittorie). I giochi sembrano fatti e le monte tutte definitivamente assegnate; ma il Palio dei Somari ha abituato a grandi e clamorose sorprese non solo per il carattere imprevedibile dei quadrupedi da corsa.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nello specifico si tratta di 350mila a immobili privati e 230mila a beni pubblici. Agnelli chiede lo stato di emergenza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità