Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:40 METEO:MONTEPULCIANO24°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 23 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
No-vax contesta Letta e interrompe il comizio a Trieste: «Il vaccino è libertà?»

Attualità venerdì 03 luglio 2015 ore 18:17

Scaramelli interviene sugli appalti Cup

“La garanzia dell’occupazione, la tutela dei lavoratori e dell’utenza senese sono le mie priorità”, spiega Scaramelli in merito agli appalti Cup



SIENA — Fp Cgil e Fisascat Cisl di Siena, unitamente ai lavoratori, chiedono che venga effettuata una gara di appalto che garantisca il servizio e le condizioni di lavoro, evitando la perdita dei posti e della qualità del servizio: “Chiediamo al Presidente della Regione Toscana e alle istituzioni senesi di intervenire a garanzia dell’occupazione e dell’utenza senese”. Per questo motivo è stato indetto uno sciopero per Lunedì 6 Luglio.

Stefano Scaramelli interviene dicendo: “Sono convinto che possano essere trovati spazi di manovra per modificare quanto abbiamo trovato in eredità. L’Assessore regionale alla Sanità Stefania Saccardi si è già attivata, personalmente ne sto seguendo i lavori e l’impegno. Ad oggi è in atto una proroga fino al 30 Luglio, ovviamente il rinvio è solo un tampone, l’obiettivo è mettere al centro della questione il lavoro, il rispetto per le persone che lavorano e di quanti usufruiscono dei servizi sanitari. Solo dopo le persone, possono venire i ragionamenti sui risparmi”.

La garanzia dell’occupazione, la tutela dei lavoratori e dell’utenza senese sono le mie priorità, per questo - spiega Scaramelli - mi sto impegnando per coinvolgere in questa battaglia per il diritto al lavoro anche il vice commissario e il direttore generale dell’Azienda. Il rispetto e la dignità delle persone devono essere alla base del nostro sistema sanitario e del mondo del lavoro, concetti che anche in Estar devono essere la guida di ogni decisione, anche di quelle improntate alla riorganizzazione che non possono prescindere dalla persona. Le gare non possono essere fatte tenendo in considerazione solo il criterio del massimo ribasso. A questa gara occorre dire di no. Non è obbligatorio accettare le condizioni imposte da Estar, si può rifiutare di accettare tali condizioni così come in precedenza hanno fatto Firenze e Pisa”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Raggiravano i malcapitati rifilandogli prodotti scadenti e svuotando loro il portafogli. Beccati e denunciati dai Carabinieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca