Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:19 METEO:MONTEPULCIANO15°33°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
sabato 19 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ardea, la madre del killer Pignani: «Come si può arrivare a tanta ferocia? Il gesto di mio figlio non può essere giustificato»

Attualità lunedì 11 luglio 2016 ore 10:59

A San Lorenzo il Saracino in Pian di Mengole

Sotto la luna di una calda notte d’estate, San Lorenzo ha vinto una combattuta Giostra del Saracino seconda edizione “speciale” in Pian di Mengole



SARTEANO — In un Pian di Mengole allestito alla perfezione dall’Associazione Giostra e da tanti volontari, Angelo Maria Pippi, soprannominato Bulldozer, ha centrato l’anello decisivo, allo spareggio, e tutti quelli regolamentari ed ha portato in trionfo i colori di San Lorenzo. In coppia con lui c’era Alessandro Moretti, che si è alternato nelle sei carriere (tre ciascuna per ogni giostratore). L’errore degli avversari dopo i turni di stoccata regolamentari, è stato fatale. Ma escono sconfitti con onore Claudio Rossi e Marco Mazzuoli di San Bartolomeo, dai colori bianco e viola (capitanata da Lory Mazzetti), che pure avevano trionfato nella provaccia del giorno precedente. Più indietro le contrade di San Martino, di Santissima Trinità e di Sant’Andrea rimaste con due soli anelli ciascuna.

Un po’ a sorpresa, quindi, la contrada biancorossa di Porta Monalda (questa volta con il capitano Sandro Cei) è tornata a vincere a breve distanza dall’ultimo successo, del 2013. Quella volta si gareggiava in una giostra “tradizionale”, nei pressi delle mura (non “fuori” come quella di sabato 9 luglio), in un caldo pomeriggio e con un solo giostratore in lizza per ogni contendente. Ai contradaioli festanti, nella notte sarteanese è andato il panno dipinto dall’artista locale (ma di origini anglosassoni) Laura Mowfort Giani, consegnato dalle mani del sindaco Francesco Landi e dal presidente della Giostra Sergio Cappelletti. Oltre al palio realizzato dall’artista, la contrada capitanata da Sandro Cei si è portata a casa anche due piatti di ceramica, finemente decorati. Alla manifestazione, preceduta dal consueto corteo storico, oltre ai numerosi sarteanesi e turisti c’era il vescovo della Diocesi di Montepulciano-Pienza-Chiusi Stefano Manetti. I festeggiamenti della contrada di San Lorenzo sono andati avanti fino a tarda ora con tanto di campane della Chiesa di San Lorenzo fatte suonare dal parroco don Fabrizio.

Questa suggestiva giostra in notturna era solo l’inizio di un percorso che, seguendo un lungo filo rosso legato al periodo medievale, vedrà il susseguirsi di altri eventi spettacolari: “Civitas infernalis”, dal 27 al 31 luglio, fino ai giorni della Giostra consueta, che si correrà il 15 agosto che si correrà nella piazza principale di Sarteano alle ore 18, preceduta dal corteo storico per le vie del paese. Sotto il segno di Sarteano Living, poi, ci saranno tanti altri eventi di grande spessore culturale. Il programma dell’estate, a Sarteano, è appena iniziato.

“La Giostra è stata bellissima – osserva il sindaco Francesco Landi – ha visto protagonisti San Lorenzo, tanti giovani a partire dal capitano della contrada e dai due giostratori di San Lorenzo e dal nuovo araldo Luca Morgantini. C’è stata una grande risposta da parte del pubblico sia in termini di presenze che di calore e partecipazione ad una Giostra, quella del Pian di Mengole, che ormai è entrata a pieno titolo nel cuore dei sarteanesi”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La nuova dislocazione dei banchi consentirà ai ristoranti di poter utilizzare gli spazi esterni. Obiettivo: il rilancio di tutte le attività
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità