Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO15°28°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
lunedì 29 maggio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Scontri in Kosovo: le tensioni tra i militari Nato e gli attivisti serbi

Attualità martedì 14 luglio 2015 ore 15:19

Regione impegnata per Torrita

Dopo Enrico Rossi e Simone Bezzini anche il consigliere regionale Scaramelli interviene sulla situazione del comune dopo la grandinata del 5 Luglio



TORRITA DI SIENA — Stefano Scaramelli ha visitato il Comune nella giornata di Lunedì 13 Luglio e alla vista dei disagi ha dichiarato: “Serve mettere in piedi un sistema di copertura nazionale. Il “chi può si assicuri” non è più accettabile. Lo stato di calamità per i terreni agricoli e di emergenza per fabbricati civili e di imprese a Torrita di Siena si auspica venga deliberato oggi da Regione Toscana”.

“Faranno seguito azioni di sostegno economico che, insieme all’assessore Fratoni e al Presidente Rossi, sto seguendo in prima persona. Come Regione Toscana cercheremo anche di affrontare al meglio la questione della valutazione dell’eventualità di cofinanziare possibili rifacimenti di tetti industriali, magari favorendo ammodernamenti come la previsione di pannelli fotovoltaici, i relativi contributi a fondo perduto ed eventuali coperture di finanziamento mediante Fidi Toscana. L’impegno è volto anche sul fronte delle possibili, ma difficili, forme di indennizzo ai privati”.

Scaramelli ha potuto constatare, sotto la guida del sindaco Grazi, che la comunità di Torrita di Siena sta già cercando l’orgoglio ed il coraggio per ripartire e superare questa difficoltà.

Dagli imprenditori con cui abbiamo parlato, da quanti abbiamo incontrato, emerge il dispiacere ma anche la voglia di non mollare. Come istituzione Toscana saremo vicini alla comunità di Torrita al fine di fare il possibile per aiutare la città nel suo insieme. I disastri che ho verificato con il sopralluogo a Torrita di Siena mettono l’accento anche su una materia in discussione da vent’anni in Italia - e mai risolta - la necessità di fronteggiare le calamità atmosferiche attraverso le polizze assicurative.

Il tema del coinvolgimento del mondo assicurativo è delicato, difficile, ma indispensabile in un territorio fragile come il nostro. Un tema che non deve essere cavalcato dalla politica, né strumentalizzato, ma affrontato concretamente. L’evento calamitoso di Torrita di Siena, infatti, è l’ennesimo tragico episodio che si verifica sulla Toscana e sull’Italia. Serve mettere in piedi un sistema di copertura nazionale.

Il Governo e il Parlamento devono lavorare alla realizzazione di un sistema a tutela delle calamità naturali capace di dare risposte concrete ai cittadini. Tra i maggiori ostacoli a questi tipi di tutela c’è l’alto costo delle polizze, per questo il Governo può giocare un ruolo determinante per realizzare le coperture senza fare il gioco delle assicurazioni private. L’Italia è tra i pochi grandi paesi a lasciare la decisione di assicurarsi alla scelta volontaria dei cittadini”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Soccorsi dai vigili del fuoco e dal personale del 118. Constatato il decesso di un uomo e disposto il ricovero d'urgenza per una seconda persona
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Tito Barbini

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Cronaca