Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:MONTEPULCIANO16°26°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 16 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, incidente tra filobus 90 e un'auto: almeno dieci passeggeri contusi

Attualità venerdì 11 settembre 2020 ore 17:39

​Quando il Paesaggio Rurale diventa “business”

Il Comune capofila del progetto per far entrare la Valdichiana nel Registro nazionale: "Volano per l'economia locale"



LUCIGNANO — Un risultato importante, che costituirà un volano di sviluppo per tutta la Valdichiana”. Roberta Casini, sindaco di Lucignano, ci ha creduto fin dall'inizio. Il suo Comune è capofila del progetto per inserire la Valdichiana nel registro nazionale dei Paesaggi Rurali Storici.

La notizia è che il progetto ha ricevuto l'ok dell’Osservatorio nazionale, nel corso dell’ultima riunione al Mipaaf. Il dossier di candidatura, considerato completo e soddisfacente, è stato confermato anche dalle relazioni dei tecnici ministeriali dopo il sopralluogo della scorsa primavera. Nel corso della riunione è stata inoltre presentata la bozza di disciplinare per l’utilizzo del “Marchio collettivo del Paesaggio rurale storico italiano”, in corso di definizione. Il marchio potrà contribuire a valorizzare paesaggi e produzione agricola, promuovendo il turismo rurale con effetti benefici a livello sociale ed economico.

La grande soddisfazione per il raggiungimento di questo obiettivo è frutto di una volontà politica che ha permesso di costruire un progetto condiviso e partecipato, uno sforzo congiunto della Valdichiana aretina e senese. Con questo risultato possiamo dire di aver definitivamente superato la distinzione e possiamo parlare a tutti gli effetti di Valdichiana Toscana”, aggiunge Casini.

Con l’iscrizione nel registro nazionale dei Paesaggi Rurali Storici, si conclude un percorso di oltre due anni di lavoro, che ha visto coinvolti undici Comuni della Valdichiana aretina (Castiglion Fiorentino, Civitella in Val di Chiana, Cortona, Foiano della Chiana, Lucignano, Marciano della Chiana, Monte San Savino) e senese (Chiusi, Montepulciano, Torrita di Siena, Sinalunga) per l’inserimento di un’area di oltre 23mila ettari del fondovalle interessata dai processi di bonifica e dallo sviluppo agricolo degli ultimi secoli. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il fatto è accaduto a Camucia. Sei le dosi somministrate per errore durante le sessione pomeridiana. La Asl ha già contattato le persone interessate
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità