Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:48 METEO:MONTEPULCIANO12°22°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
lunedì 03 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Nel villaggio di Lzyum, dove non c'è più una sola casa rimasta in piedi. Olga: «Anche il nostro liceo distrutto dai russi»

Attualità lunedì 12 giugno 2017 ore 09:45

La Quercia delle Checche diventa momumento

La Quercia delle Checche è il primo monumento verde d'Italia perchè ritenuto, dal Ministero dei Beni culturali, di particolare pubblico interesse



PIENZA — Con questo provvedimento di tutela, emesso dal Ministero dei Beni Culturali, la Quercia delle Checche, viene posta, per la prima volta in Italia, sotto protezione perchè riconosciuto 'monumento verde' al pari di una chiesa, un castello o un palazzo storico.

La Val d’Orcia con la magnifica Quercia delle Checche costituisce il prototipo dell’evoluzione del concetto di monumento. Questo 'monumento verde' è una propria matriarca del territorio da oltre 370 anni, certamente vetusta e maestosa, ma anche straordinariamente viva, percepita dalle popolazioni come simbolo dello spirito identitario di un territorio, valore storio e antropologico del vissuto di generazioni e culture.

A questo progetto ha da sempre creduto il sottosegretario ai Beni Culturali con delega al Paesaggio Ilaria Borletti Buitoni, promotrice con il Ministro Franceschini, dell’Osservatorio Nazionale sulla Qualità del Paesaggio, che il 20 maggio 2016 effettuò un sopralluogo alla Quercia delle Checche.

Nessun traguardo sarebbe stato raggiunto senza la mobilitazione del gruppo facebook, dvenuto poi comitato, "SOS Quercia delle Checche", che ha fatto scattare, subito dopo la rottura di un grande ramo dell'albero ad opera di atti vandalici avvenuti nell'agosto del 2014, un clima di emergenza intorno alle condizioni della Quercia ferita.

"Con questo riconoscimento adesso è necessario operare perché la salvaguardia divenga concretamente operativa con la costituzione di un comitato tecnico-scientifico che sappia monitorare lo stato di salute dell’albero, valutando i rischi di perdita di equilibrio statico, protezione dall’aggressione di agenti patogeni, opportunità di ossigenazione e pacciamatura del suolo, forme di tutela rispetto al rischio che comportamenti incongrui possano lesionare nuovamente le grandi branche" - dice il comitato S.O.S Quercia delle Checche che chiede un riconoscimento formale che consenta di continuare a svolgere in forma volontaristica tutti i lavori di manutenzione ordinaria dell’area.

Il Comitato chiede anche: "Riteniamo inoltre doverosa la realizzazione di pannelli informativi, in italiano e in inglese, al fine di fornire elementi utili alla percezione di questo straordinario monumento verde, oltrechè invitare i visitatori al rispetto e alla cura. Il nostro obiettivo è inoltre quello di coinvolgere le scuole elementari e medie in specifiche attività didattiche e giungere, quando sarà possibile anche in virtù di eventuali sostenitori, alla realizzazione di una pubblicazione monografica sulla Quercia delle Checche che raccolga tutte le testimonianze, fotografiche, orali e testuali, emerse in questi anni di ricerca e grande coinvolgimento emotivo ed affettivo verso la Querciona".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle ultime 24 ore nell'area provinciale non si sono verificati ulteriori decessi imputabili al virus. Tutti gli ultimi aggiornamenti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità