Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:40 METEO:MONTEPULCIANO24°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 23 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
No-vax contesta Letta e interrompe il comizio a Trieste: «Il vaccino è libertà?»

Attualità giovedì 31 dicembre 2015 ore 11:00

Atto vandalico alla Quercia delle Checche

Foto di: Sos Quercia delle Checche

Prima di Natale la bacheca su cui lasciare bigliettini dei messaggi per la grande querce è stata ripulita, i messaggi sono stati stracciati e buttati



PIENZA — Il 22 Dicembre scorso il gruppo di volontari che si occupa della grande querce, Sos Quercia della Checche, è stato avvertito che durante la notte la bacheca posta davanti alla pianta dove venivano appesi i biglietti con messaggi di auguri, speranza e desideri di grandi e piccoli era stata completamente ripulita, non un messaggio ma solo carta straccia.

La bacheca è stata realizzata da Antonio Chiantese a Settembre e vi si trovavano i messaggi dei visitatori che da 2 mesi a questa parte avevano fatto visita alla querciona, i comunicati stampaplastificati che invitavano al rispetto e alla cura, la cassettina dove erano contenuti foglietti, puntine e penne a disposizione di chi desiderava lasciare un messaggio.

Insomma, appena giusti sul posto i volontari non hanno trovato niente di tutto ciò ma solo tanta carta straccia e così si sono scaturite le ire e l’amarezza di tutte le persone che vogliono bene alla grande pianta e che si sono spesi per sua tutela e salvaguardia.

“Bravo – è uno dei commenti del gruppo riferendosi al personaggio, ancora ignoto, che ha commesso questo assurdo atto - Devi essere orgoglioso del tuo gesto, una vigliaccheria esemplare che ti fa un grande onore. Sappi però che domani stesso la bacheca sarà ripristinata e in brevissimo tempo sarà di nuovo piena di attestati di affetto e tenerezza che surclasseranno sempre, oggi come domani, vigliaccherie e violenze”.

Per tutti i giorni di Natale sono arrivate parole di profondo affetto e vicinanza per la quercia da molte persone e da tutte le parte d’Italia: “Nei prossimi giorni andrò a trovare la nostra Quercia. Solo persone cattive e rancorose hanno questi atteggiamenti, oppure qualche squilibrato”.

C’è anche ci ha avanzato l’ipotesi che l’atto sia stato commesso solo per avere un po’ di visibilità: Vergogna! Ma sai la pubblicità ha sempre effetti ambivalenti. Tu hai sostenuto un evento dal punto di vista della bontà e della civiltà, e molti hanno risposto nello stesso tono, poi ci sono i delinquenti che fanno esattamente il contrario”.

In difesa della quercia c’è anche chi ha citato Victor Hugo: "Il miserabile, ogni qual volta ha il tempo di pensare, si fa piccolo davanti alla legge e meschino davanti alla società; si getta bocconi, supplica e cerca di toccare il tasto della compassione. Si sente che sa d'aver torto."

La cosa che ha aggravato di più l’atto, è il periodo in cui è stato commesso, ovvero quello delle feste di Natale. A Natale si dovrebbe essere tutti più buoni e sperare sempre nel bene e nella pace e invece l’atto fa pensare tutt’altro:Tristezza infinita dover costatare a Natale quanto vuoto interiore e violenza priva di alcun senso esiste in certe persone. Questo l'esito di ciò che qualche misera persona ha pensato di fare buttando tutti i messaggi che negli ultimi mesi erano stati lasciati nella nostra bacheca. Sbagliano di grosso se pensano di fermarci, l'amore va sempre oltre. Buon Natale a tutti coloro che sanno sentire la voce degli alberi e della natura on genere!”

Adesso il gruppo Sos Quercia della Checche sta pensando di chiedere ai carabinieri di San Quirico e Pienza di passare anche per la zona della quercia durante le loro ricognizioni in modo da scoraggiare chiunque a commettere nuovamente atti di questo tipo. Altri componenti del gruppo hanno avanzato anche l’idea di porre delle telecamere per sorvegliare tutta la zona.

Intanto, presto sarà riposta sulla bacheca la cassettina contenente foglietti, penne e puntine e nel frattempo la querciona non è mai rimasta sola, chi le  vuole bene ha continuato ad inviarle messaggi di vicinanza: “La "mia amica" , era sola, non c’erano più i messaggi delle persone che passando a salutarla lasciavano un pensiero, un segno del loro amore per lei. Vedendo quella bacheca vuota ho avuto un nodo in gola, sono corsa da lei e l’ho abbracciata stretta stretta e le ho detto che lei non sarà mai sola finché ci saremo noi”.

Infine il gruppo si appella al buon senso dei visitatori e consiglia di comportarsi bene e civilmente nei confronti della quercia e verso il delicato equilibro in cui vive la grande patriarca della Valdorcia.


© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Raggiravano i malcapitati rifilandogli prodotti scadenti e svuotando loro il portafogli. Beccati e denunciati dai Carabinieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Attualità