Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:31 METEO:MONTEPULCIANO5°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Spettacoli sabato 22 agosto 2015 ore 15:47

Petrella e Rubegni al Jazz&Blues

Grande attesa per l'esibizione del gruppo di Gianluca Petrella in piazza San Lorenzo, presente anche il giovane Mirko Rubegni



SARTEANO — Appuntamento da non perdere al Sarteano Jazz&Blues: Gianluca Petrella, uno dei migliori trombonisti del mondo, e la sua Cosmic Renaissance band (ore 21,30 in piazza San Lorenzo, ingresso 10 euro). 

La Cosmic Renaissance band, dopo sette anni di vita, tre dischi e una serie nutrita di concerti in gran parte dell’Europa si presenta con una formazione completamente rielaborata. Il progetto originario nasce nel 2007 per celebrare la musica di Sun Ra, prendendo il passo e le sembianze di Gianluca Petrella, che disegna un repertorio nel quale convivono mondi sonori e artistici apparentemente lontani, filtrati dalla sua personalità. Con il quintetto, l’idea musicale si fonda su una nuova ricerca, ancor più libera e personale, e su forme sonore in continua evoluzione, capaci di adattarsi alle più svariate situazioni.

Petrella proprio per favorire la fruibilità dei numerosi eventi e valorizzare la rete commerciale. Formata nel 2002, la Zastava ha portato in tante città i propri concerti itineranti, ottenendo ovunque un largo consenso. Inoltre, ha suonato con Bobo Rondelli, Ottavo Padiglione, Caparezza, e tanti altri, inciso due cd: “Balkanik musik from Maremma” e “O’Vourdon”. Oltre 500 i concerti all’attivo.

Con il prestigioso gruppo di Gianluca Petrella si esibisce anche Mirko Rubegni, nato a Montepulciano ma adottato musicalmente a Sarteano. Appena trentenne, Mirco suona la tromba, il corno, ed è l’unico “indigeno” del festival sarteanese, evento di respiro internazionale: qui ha mosso i primi passi di una brillante carriera di musicista, che lo sta portando alla realizzazione del suo primo album. La sua è una vita dedicata alla musica, sulla scia di un fermento locale forse poco percepito, in una terra che in realtà è particolarmente vivace dal punto di vista musicale. Non mancano le punte degli iceberg, ovvero i festival a Torrita, Sarteano, Montepulciano... praticamente in ogni comune della Valdichiana senese. Ma ci sono anche le bande, le scuole di musica. Lui stesso lavora a un progetto musicale a Torrita di Siena, sfociato in “Eolo”, ovvero il wind festival jazz, riservato a giovani e giovanissimi. Dopo un costante lavoro che coinvolge i bambini fin dall’asilo, e li accompagna lungo un percorso che, alla fine, consente a ragazzi della scuola dell’obbligo di suonare alla perfezione uno strumento a fiato. Torrita esprime un’orchestra giovanile e tanto entusiasmo, grazie anche a Mirko. La sua è una preparazione di prim’ordine: ha studiato a Siena Jazz e al conservatorio di Bologna e Perugia, è tornato alla celebre istituzione senese per master in jam con musicisti internazionali.

La prima, vera esperienza di Rubegni musicista è il seminario di jazz al festival sarteanese, edizione del 2002, che ha tenuto con Klaus Lesmann. 

“Per me Sarteano – osserva Mirko - è un luogo d’elezione del jazz, dove ho molti amici e colleghi, con i quali suono abitualmente, come Duccio Nocchi, Jacopo Caramagni, Diego Perugini”. 

Sabato 22 agosto si esibisce con il nuovo gruppo di Petrella, rinnovato, prendendo la foggia di un quintetto, e ribattezzato Cosmic Renaissance. Questo cambiamento permette a Petrella una maggiore flessibilità nella ricerca musicale, sulla base delle forme sonore visionarie e in perenne mutazione alle quali ci aveva abituati la precedente Cosmic Band. Ma questa per Mirko è solo una delle collaborazioni in atto. 

“Faccio il professionista – afferma - e sono felice di far parte del progetto Cosmic Renaissance, nuovo gruppo che consente molte alternative, anche usando l’elettronica e unendo percussioni, batteria, tromba, tromboni, basso. Lavoro, inoltre, con i Fankoff, Dan Kinzelmann, Giovanni Guidi. Con un mio trio, composto insieme a Stefano Tamborrino e Gabriele Evangelista, sto lavorando al primo cd come solista. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Inaugurato il cartellone di eventi che accompagnerà tutto il periodo delle festività. Oggi la prima performance con gli artisti del circo bianco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità