Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:05 METEO:MONTEPULCIANO19°34°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 05 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Marmolada, il punto del distacco ripreso da vicinissimo

Cronaca mercoledì 23 febbraio 2022 ore 16:41

Rapine e furti di bancomat, 9 arresti nel maxi-blitz

Foto archivio

Operazione dei carabinieri senesi in Campania. Sei persone in carcere, tre ai domiciliari. Nel mirino una serie di colpi tra Umbria e Valdichiana



MONTEPULCIANO — I carabinieri del nucleo investigativo di Siena e della compagnia di Montepulciano, questa mattina, hanno dato esecuzione a Giugliano in Campania, provincia di Napoli, ed a San Cipriano D'Aversa, nel casertano, ad un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Perugia, su richiesta della Procura umbra, nei confronti di dieci persone indiziate di furto aggravato, rapina aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate. Sei sono stati tradotti in carcere, per tre sono invece scattati gli arresti domiciliari, mentre un altro è stato sottoposto all'obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria. In totale sono 12 gli indagati, tutti residenti in Campania.

Inoltre, dei dieci destinatari del provvedimento odierno in otto risiedono abitualmente in un campo nomadi di San Giugliano. Sono finiti nel mirino dei carabinieri per colpi, sempre con lo stesso "modus operandi", ai danni di bancomat e di depositi di veicoli.

Le indagini, avviate dai carabinieri di Montepulciano, erano scattate dopo un furto nel centro della Valdichiana, nella notte del 10 settembre del 2020. Era stato rubato un totem bancomat con dentro 52mila euro in contanti. Nell'occhio delle telecamere della videosorveglianza erano finiti una Mercedes e un furgone Doblò. Un'intuizione dei militari legata ad un altro possibile colpo ad Assisi. Così, una settimana dopo, sempre di notte, i carabinieri di Siena insieme a quelli del luogo, si erano appostati ad uno sportello bancomat della cittadina di San Francesco. Detto, fatto. In quell'occasione erano stati beccati i malviventi, con gli stessi veicoli usati a Montepulciano, mentre stavano per caricare il totem, dopo averlo sradicato con una catena ancorata al furgone.

L'inseguimento dei ladri aveva consentito, nell'immediato, di recuperare il bottino da circa 13mila euro, caduto dal portellone di dietro, mentre i mezzi erano stati ritrovati alcune ore dopo abbandonati in zone impervie. I malviventi, vistosi scoperti, pur di guadagnarsi la fuga, avevano addirittura forzato un posto di blocco lanciandosi a folle velocità contro l'auto dei carabinieri e ferendo un militare.

Le successive indagini del nucleo operativo di Siena, insieme ai colleghi di Montepulciano, attraverso analisi dei tabulati, dei Gps sui veicoli abbandonati e intercettazioni hanno portato ad individuare gli indagati.

A carico di uno dei coinvolti sono stati raccolti anche gravi elementi indiziari in merito ad una rapina impropria in un deposito di auto in provincia di Frosinone, avvenuta il 10 marzo dello scorso anno, nella quale era già stato arrestato in flagranza uno degli autori del colpo ad Assisi. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A bordo di una vettura coinvolta ci sarebbe stato anche un bambino. Il sinistro al chilometro 408. Feriti soccorsi dal 118
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità