QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 15° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
domenica 23 febbraio 2020

Attualità mercoledì 30 novembre 2016 ore 11:33

Festa dell’Albero, una tradizione ultradecennale

Prosegue a gran ritmo la Festa dell’Albero, campagna nazionale di Legambiente che prevede la messa a dimora di alberi contro l’avanzata del cemento



MONTEPULCIANO — Per Montepulciano gli alberi, oltre a regalare ombra, frutti e legno, sono autentici protagonisti dell’identità del territorio. Le iniziative realizzate a Montepulciano, dove la Festa dell’Albero si celebra addirittura dal 2003, sono destinate soprattutto alle scuole ed all’Ospedale di Nottola.

Nuove piantumazioni, grazie alla collaborazione tra il locale Circolo Legambiente “Terra e Pace” e l’Amministrazione Comunale, sono state effettuate alla scuola dell'infanzia di Acquaviva e alla scuola dell’infanzia e primaria di Montepulciano Capoluogo, con il coinvolgimento delle classi 4.a e 5.a nel giorno ufficiale della festa, il 21 novembre.

Sono poi proseguite poi con la messa a dimora di un albero di natale e di alcune piante da siepe nel giardino di Via Goito, a Montepulciano Stazione, con la scuola primaria. L’albero è stato anche addobbato mentre sono stati preparati i vasi in materiale riciclato che saranno utilizzati in primavera per ospitare piantine di fragola e simili; un autentico orto, infine, è stato realizzato alla scuola dell'infanzia di Abbadia di Montepulciano.

L’Assessore all’Ambiente Tiziana Terrosi, parlando ai bambini che hanno partecipato alle varie fasi dell’evento, ha sottolineato l’importanza della festa per la difesa del territorio e, per trasmettere un concetto di facile comprensione, partendo da un metro quadrato disegnato dagli stessi alunni, ha ricordato che ogni anno, solo in Europa, viene coperta dal cemento un’area pari a sette volte l’intera superficie del Comune di Montepulciano.

Sempre nell’ambito della festa, ma per iniziativa del Centro diurno di salute mentale di Chianciano Terme della Azienda USL Toscana Sud Est, un melograno e altre piante per le siepi sono stati piantumati all’Ospedale di Nottola, nelle aiuole sottostanti l’ingresso.

La campagna prevede anche la realizzazione di un altro orto presso le nuove scuole di S.Albino e la messa a dimora di piante da siepe ed officinali al centro di socializzazione “Masneri” a Gracciano, a cui collaboreranno alcuni volontari della frazione.

In totale saranno quindi piantati ben 400 giovani alberi che danno un contributo, sia pure piccolo, all’arricchimento del patrimonio vegetale del territorio ma stimolano soprattutto la sensibilità dei giovani verso quella che è diventata ormai un’imprescindibile esigenza.



Tag

Coronavirus: la mappa del contagio

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità