Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO11°21°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 17 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sale su una piattaforma proibita per scattare un selfie e precipita nel vuoto: morta un’influencer russa

Attualità martedì 01 dicembre 2015 ore 16:12

Bravìo, l’unione fa la forza

Si chiude con una ritrovata concordia e unanimità tra le forze politiche, la vicenda che ha visto al centro di polemiche il Bravìo delle Botti



MONTEPULCIANO — Nei giorni scorsi il Gruppo “Insieme per Cambiare”, composto dai consiglieri Giorgio Masina e Valerio Coltellini, aveva annunciato una mozione, da porre in consiglio comunale, sulla gestione e i bilanci del Magistrato delle Contrade. “I chiarimenti e la documentazione sinora fornita non hanno fugato quelle che ad avviso del nostro Gruppo sono pesanti ombre sulla gestione della manifestazione, che godendo anche di robusti contributi in denaro e lavoro da parte dell’Amministrazione Comunale necessita di una gestione irreprensibile. I molteplici e conclamati conflitti d’interesse all’interno del Magistrato delle Contrade a nostro avviso aggravano pesantemente la situazione” – scrivevano i consiglieri di opposizione.

Ieri 30 Novembre, durante il consiglio comunale, il consigliere Masina, su proposta del sindaco Andrea Rossi, il quale ha fatto leva sull’attaccamento alla festa riconoscendone la sua importanza storica, economica e sociale, ha ritirato la mozione.

Le forze politiche rappresentate nel consiglio comunale hanno trovato un accordo e hanno votato all’unanimità la dichiarazione che ha sancito la chiusura della questione Bravìo e la ripresa di un’attività serena: “Il Consiglio Comunale riconosce il valore sociale delle Contrade e l’importanza della manifestazione del Bravìo delle Botti, auspicando la massima armonia tra tutte le sue componenti, secondo il principio della concordia. Si ribadiscono i valori della trasparenza e della democrazia in tutte le loro espressioni, caratteristiche da sempre presenti in tutte le associazioni poliziane”.

In una aula stracolma di contradaioli, il confronto è stato intenso e serrato e, nonostante la distanza tra alcune posizioni, è emersa l'attaccatura dei contradaioli e non alla manifestazione. 

Con questa nuova prospettiva, lo stesso capogruppo di “Insieme per cambiare” ed i colleghi della maggioranza di Centrosinistra, del Movimento 5 Stelle e Daniele Chiezzi, dell’omonima lista, (tutti già dichiaratisi contrari alla mozione), hanno redatto il documento unitario.

“Oltre alla soddisfazione per aver chiuso nella sede più alta e rappresentativa – il Consiglio Comunale – una vicenda che ha rischiato di metter addirittura in discussione il futuro del Bravìo – dichiara il Sindaco Andrea Rossi – mi ha particolarmente impressionato la presenza alla seduta di tanti contradaioli che, pur avendo osservato un rispettoso silenzio, hanno trasmesso a tutti il senso della loro passione e dell’attaccamento alla festa. Abbiamo avuto la conferma che il Bravìo delle Botti è patrimonio dell’intera collettività che è pronta a schierarsi in difesa della manifestazione. A margine, mi preme sottolineare anche il successo della linea che, fin dal nascere di questa diatriba, ha assunto l’Amministrazione Comunale insieme alla dirigenza del Magistrato delle Contrade. Mai reazioni scomposte, anche di fronte a strumentalizzazioni talvolta provocatorie, ma sempre attenzione massima alla tutela della manifestazione, considerata il bene primario da difendere”.

La soddisfazione arriva anche da Giulio Pavolucci, Reggitore del Magistrato delle Contrade: “Sono contento, si chiude una vicenda dai risvolti anche tristi. Sento di dover rivolgere un ringraziamento a tutti i contradaioli, che non hanno fatto mai mancare allo staff del Magistrato il proprio sostegno, morale e di stima, all’Amministrazione Comunale ed a tutto il Consiglio, che ha più volte affrontato l’argomento. Mi sento sollevato, terminano qui le discussioni e andiamo verso l’edizione 2016. E’ il momento che il mondo del Bravìo venga lasciato tranquillo per potersi impegnare nelle questioni che gli competono”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno