Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO14°22°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 25 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Un testimone dell'incidente di Satnam: «Abbiamo chiesto a Lovato di chiamare i soccorsi, ma lui diceva che era morto»
Un testimone dell'incidente di Satnam: «Abbiamo chiesto a Lovato di chiamare i soccorsi, ma lui diceva che era morto»

Attualità venerdì 20 marzo 2015 ore 06:30

Il 58° Palio dei Somari entra nella fase decisiva

Dopo un giorno di pausa, cene propiziatorie con l’investitura dei fantini, cinque all’esordio, uno ancora segreto, cresce la “febbre” di Palio



TORRITA DI SIENA — È arrivato il momento di scoprire le carte e ciascuna contrada presenta il fantino che disputerà la Domenica la carriera sul tufo a dorso di ciuco.

Porta a Pago è l'unica contrada che non ha ancora ufficialmente comunicato il nome del proprio fantino e che mantiene il più stretto riserbo sulla sua identità. Il passa-parola dà per certa solo la provenienza, indicata in Allumiere, la località laziale in cui si disputa un altro popolarissimo palio di somari.  In attesa dunque che si sciolga l’enigma architettato con maestria dal presidente rosso-verde Luca Massai, si snocciola la serie degli altri accoppiamenti.

La Stazione, vincitrice dell’edizione 2014, ha confermato il fuoriclasse versiliese Francesco “Spighetto” Ferrari, un professionista che ha già dimostrato di poter fare la differenza. Confermato anche Alessandro “Cobra” Guerrini, autore per Porta Nova della formidabile doppietta 2012 – 2013. La terza ed ultima conferma riguarda Cavone, che affida ancora le proprie chance ad un altro autentico fuoriclasse, quell’Andrea “Drago” Peruzzi che, con cinque successi, guida la classifica delle vittorie dei fantini in attività.

Il turn over domina dunque il campo dei partenti e riguarda anzitutto Refenero, la “nonna” del Palio, che ha chiamato il proprio contradaiolo Alessandro “Jigen” Massaro. Questo fantino ha già vinto il palio nel 2010 per Porta a Sole, sconfiggendo proprio Refenero.

Nuove monte vengono proposte anche da Le Fonti, che promuove l’ex-sbandieratore Gabriele Grotti, da Porta Gavina, che da spazio all’attivissimo Giovanni Falchi e Porta a Sole che è andata a pescare a Lucignano Matteo “Galletto” Noli, appena diciottenne ma di cui sente parlare in termini lusinghieri.

Per quanto riguarda la cene propiziatorie, le contrade continuano ad essere subissate da richieste di prenotazioni che dimostrano quanto la festa torritese continui ad aumentare la sua popolarità ben oltre i confini del comune.

Ha fatto scalpore la scelta del tema della serata che ha visto orientarsi le due grandi rivali Stazione e Refenero sullo stesso soggetto, Alice nel paese delle meraviglie, simboleggiato dal famoso orologio della favola di Lewis Carroll. C’è stata sorpresa al momento in cui le due contrade hanno pubblicano l’annuncio della rispettiva cena e ora la curiosità si è spostata sulle scelte con cui gli agguerritissimi staff svilupperanno il tema.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Al secondo turno delle elezioni amministrative il sindaco uscente è stato rieletto con il 60,65% dei voti. Vignini si ferma al 39,35%
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Politica