Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO17°33°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Strade deserte e gigantografie di Putin, le surreali immagini da Pyongyang

Cronaca martedì 21 aprile 2015 ore 11:40

Ennesimo attacco dei lupi ad un allevamento

A farne le spese è stata l’azienda agricola di Mario Mori, questa volta i lupi hanno attaccato una vitella di razza chianina con il suo piccolino



SAN CASCIANO BAGNI — L’uomo ha raccontato al quotidiano La Nazione che i lupi erano in quattro e hanno fatto fuori un vitellino appena nato e la sua mamma, una mucca di razza chianina.

Mario Mori, dell'azienda Società Agricola Fratelli Mori, si dice esausto di questi continui attacchi e afferma che a questo punto non ce l’ha più con i lupi ma con un sistema a capo della regione Toscana che non protegge a sufficienza gli imprenditori e i loro sforzi per andare per andare avanti nonostante tutto.

L'allevatore nel 2013 aveva già chiuso il suo allevamento di pecore perché in un anno e mezzo i lupi gli avevano ucciso ben settanta capi. Nel 2012 il peso della neve fece crollare il tetto della stalla che annientò completamente l'allevamento di chianina. Per far fronte ai danni l’imprenditore ha sborsato mezzo milione di euro, oltre a ripartire con un nuovo allevamento di circa 130 capi. Nel 2014 poi i lupi hanno fatto fuori altri vitelli.

Mario Mori a suo tempo mise una taglia di 1000 euro sui lupi vivi o morti e dice che lo farà di nuovo. L’imprenditore prende anche in considerazione il licenziamento di alcune persone che lavorano nella sua azienda perché per i continui attacchi dei lupi l’attività subisce continue perdite e non ricevendo nessun indennizzo non è facile andare avanti con il lavoro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno