Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:11 METEO:MONTEPULCIANO22°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 11 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Russia, sparatoria in una scuola a Kazan: gli spari e gli studenti in fuga dalla finestre

Attualità venerdì 18 dicembre 2020 ore 06:30

Cultura, quando le "allieve" superano la "maestra"

La consigliera Pd Bigliazzi solleva il caso: "La città da capofila a fanalino di coda. Lucignano, Castiglion Fiorentino e Montepulciano avanti"



CORTONA — Natale di luci, di Covid, zone arancioni tendenti al rosso e di polemiche. A Cortona c’è chi suona il campanello (d’allarme) e teme che la città per antonomasia votata al turismo e agli eventi di livello culturale internazionale, sia stata sorpassata - a destra o a sinistra poco importa - da altre cittadine della Valdichiana.
Insomma, se le luminarie volute dal sindaco Luciano Meoni servono ad accendere il cuore dei cortonesi e rompere la tristezza della pandemia, c’è il rischio che lo splendore della città etrusca venga offuscato da altre luci in questo momento più splendenti. L’avviso ai naviganti arriva da Vanessa Bigliazzi, consigliera comunale del Pd che guarda a Lucignano, Castiglion Fiorentino, Montepulciano e li mette allo specchio con Cortona lamentando la perdita dello standing culturale internazionale che la città aveva conservato fino al recente passato.
Il riferimento, neanche troppo velato, corre all’operato della giunta di centrodestra ma nel ragionamento della consigliera dem si coglie più una questione di merito che di contrapposizione ideologica, ancorchè legittima. Bigliazzi invita a riflettere sul “mutamento del ruolo di Cortona: da capofila a fanalino di coda. Intorno a noi, in Valdichiana, nonostante la pandemia, tutto è in continua evoluzione”.
Cita i casi che stanno sui media e nei social. “La Cnn ha parlato del comune di Lucignano. A Montepulciano sono riusciti a creare una incredibile rete di promozione internazionale. Il Comune di Castiglion Fiorentino è riuscito a organizzare una interessante iniziativa culturale con l'intervento dello storico David Bidussa, ex direttore editoriale della Fondazione Feltrinelli”.
Bigliazzi lamenta il fatto che “una volta il punto di riferimento per certe manifestazioni culturali era Cortona”, mentre adesso la città rischia “l’isolamento e il ritorno al punto di partenza”.
Nel cahier de doleance la consigliera dem punta il dito contro l’operato dell’amministrazione comunale e rievoca i tempi in cui “Cortona era solita accogliere premi Nobel come Amartya Sen o lo scrittore Dario Fo, è stata un luogo caro per artisti di fama internazionale come Jannis Kounellis. Qui si sono svolti convegni internazionali a cui ha preso parte lo stesso Mitterand”. 

Nel frattempo, a Cortona risplendono le luci del Natale. Basteranno?

Lucia Bigozzi
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità