Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:MONTEPULCIANO10°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 07 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, i tifosi del Marocco festeggiano il passaggio ai quarti

Attualità mercoledì 07 ottobre 2015 ore 10:02

Allattamento al seno, un flashmob per sostenerlo

A San Biagio un girotondo di magliette bianche in cui mamme, bambini, nonni e sostenitori hanno cantato una filastrocca rap su allattamento e lavoro



MONTEPULCIANO — “Le leggi qui ci sono, e sono molto avanti, ma poi nell'applicarle i problemi sono tanti! Dimissioni in bianco, mobbing e dispetti, e poi il licenziamento quando meno te lo aspetti. Per noi donne che il lavoro ce lo siamo meritato, accudire i nostri bimbi sembra quasi sia un reato! Il diritto al lavoro e quello a stare bene non dovrebbero opporsi, ma invece stare insieme. Part-time, nidi aziendali, flessibilità, telelavoro: noi mamme diventiamo una miniera d'oro! Datori di lavoro, cercate di capire: se noi siamo serene, sarete voi a gioire: Saremo più efficienti, concentrate e leali, come lavoratrici noi non avremo eguali! Coi bimbi allattati, che si ammalano di meno, le assenze sono poche, il clima più sereno.” – è questo il testo della filastrocca cantato per denunciare le condizioni lavorative di una donna che deve allattare, ostacoli che le madri possono incontrare al rientro al lavoro.

A parlare di questo la Dott.ssa Pamela Fatighenti (Presidente del Centro Pari Opportunità dell’Unione dei Comuni). Il Flashmob rientra nel calendario delle iniziative promosse dal M.a.m.i. per la Settimana dell’Allattamento Materno (quest’anno dal 1 al 7 ottobre) che ha come obbiettivo quello di smuovere le istituzioni affinché si faccia di più per aiutare le mamme a conciliare la maternità e il lavoro.

Durante la mattinata i pediatri intervenuti, il Dott. Flavio Civitelli e la Dott.ssa Valentina Canocchi del reparto pediatrico dell’ospedale di Montepulciano, hanno ribadito che quello materno, dal punto di vista nutrizionale, è il migliore latte per il bambino e allattare è una delle pratiche di salute maggiormente sostenibili al mondo. Allattare è importante anche per le donne e le protegge contro il cancro al seno e altre malattie.

L’obiettivo principale del Flashmob era quello di sensibilizzare l’opinione pubblica perché allattare al seno i propri figli torni ad essere la consuetudine, visti anche i dati scoraggianti sull’allattamento al seno a livello nazionale. Riportando i dati statistici dell’articolo uscito su “Repubblica” del 28 settembre scorso, esclusa la Finlandia, non esiste paese europeo dove le madri allattino i loro bambini “esclusivamente al seno” (cioè senza l’aggiunta di latte artificiale) per sei mesi consecutivi, così come raccomanda l’Oms. In Italia solo il 10% lo fa.

Nel territorio l’Ospedale di Montepulciano con la sua Pediatria ha ottenuto l’importante riconoscimento Unicef come Ospedale Amico del Bambino. Il gruppo di mamme “Peer Counsellors Valdichiana Senese”, formato dalla Pediatria per dare supporto alle mamme durante l’allattamento, contribuisce a rafforzare l’impegno preso con l’Unicef.

Gli organizzatori ringraziano in particolare il Vescovo della diocesi Montepulciano-Chiusi-Pienza, Mons. Stefano Manetti, Don Domenico Zafarana e il Presidente delle Opere Ecclesiastiche Unite, l’Architetto Riccardo Pizzinelli, per aver ospitato l’iniziativa nello splendido contesto di San Biagio contribuendo fortemente nella riuscita dell’evento. Ringraziamenti doverosi vanno al Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi e all’Assessore alle Politiche Sociali Tiziana Terrosi per l’appoggio dato all’organizzazione dell’evento e l’Associazione Sportiva Atletica Dilettantistica di Sinalunga per il contributo offerto.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dopo il boato sono divampate le fiamme e una alta colonna di fumo. Tragedia sfiorata probabilmente a causa di una bombola
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità