Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO20°37°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Cultura mercoledì 26 giugno 2024 ore 13:12

Il ritorno del festival al Monte

​La musica classica e la città in un binomio inscindibile. Dal 21 luglio al 3 agosto 2024 masterclass, laboratori e concerti



VALDICHIANA — Tra luglio ed agosto, per due settimane, la città ospiterà decine di giovani musicisti, docenti ed artisti che trasformeranno la bellezza rinascimentale del centro storico in note musicali, ritmi e melodie. L’edizione 2024 del MSS Festival conferma tutte le potenzialità espresse già nello scorso anno e presenta un programma con Masterclass di alto livello per pianoforte, oboe, violino, violoncello, clarinetto, viola, contrabbasso, tromba, clarinetto e canto lirico, con quattro concerti e tanti appuntamenti musicali con saggi e performance. Tra gli eventi più attesi il candelight concert, che proprio il festival propose per primo nella nostra provincia e che tanto successo ha riscosso. Monte San Savino sempre di più come centro propulsivo della musica classica e della didattica per i più giovani. Qui si formano i concertisti ed i solisti del futuro.

“Un progetto che affonda nella tradizione più che ventennale di Monte San Savino in ambito musicale, afferma il Sindaco Gianni Bennati. E’ nostra intenzione rafforzare sempre di più il ruolo della nostra città come centro di produzione e didattica per la musica classica. Lo scorso anno il Festival ha dimostrato tutte le sue potenzialità, grazie ad un grande lavoro fatto dal M° Luigi Tanganelli e dallo staff di Monteservizi. Per la nostra città il Monte San Savino Festival rappresenta non solo una grande rassegna di eventi e concerti, ma una straordinaria opportunità di crescita cultura, turistica e anche etica, visto il valore che all’interno del festival ha assunto la didattica ed il rapporto con i giovani. Il legame con la comunità, conclude il Sindaco Bennati, è sempre molto stretto, ed il Premio Franco Paturzo, che abbiamo istituito lo scorso anno, lo dimostra.”

“Il Festival, racconta Patrizia Roggiolani Assessore alla Cultura, è sempre stato il cuore della nostra programmazione culturale estiva. Un patrimonio importante su cui vogliamo sempre più puntare. La presenza di un grande artista con una lunga esperienza come il M° Luigi Tanganelli ci garantisce qualità e competenza ed un forte legame con il territorio. Sono certa che il Festival incontrerà i favori non solo dei turisti ma anche dei nostri concittadini. Il programma è di alto livello con produzioni originali e di grande impatto spettacolare.”

Monte San Savino Festival 2024, afferma Luigi Tanganelli direttore artistico, dopo i positivi risultati dello scorso anno rilancia e spinge soprattutto nella direzione di valorizzare i giovani musicisti e le loro capacità artistiche. In quest’ottica abbiamo riconfermato e potenziato le Masterclass che saranno tenute da docenti di grande prestigio alle quali faranno seguito concerti finali. Ringrazio l’Amministrazione Comunale, l’Azienda Speciale Monteservizi, la Scuola di Musica “U. Cappetti”, la città di Monte San Savino e tutta l’organizzazione per la rinnovata fiducia che hanno riposto in me. Il programma di quest’anno cerca di consolidare i risultati raggiunti e di proporre novità e integrazioni con i docenti delle masterclass. Sono molto contento anche che venga rilanciata l’esperienza di MusicLab, un laboratorio per strumenti ad arco dedicato ai giovanissimi, realizzato grazie alla collaborazione della Scuola di Musica “U. Cappetti”, lo scorso anno è stata un’esperienza entusiasmante e molto partecipata.

“La nostra scuola torna protagonista del festival e di questo siamo veramente contenti, dichiara il direttore della Scuola di Musica Sebastian Maccarini. L’esperienza del 2023 è stata molto positiva e ci ha permesso di rafforzare anche la scuola. Il nostro istituto è una realtà importante con oltre 200 studenti e, come lo scorso anno abbiamo attivato strette collaborazioni anche con altre scuole musicali della provincia per rendere questa esperienza veramente speciale.”

“Per Monteservizi questo festival è sempre stato al centro delle nostre attività, dichiara il presidente Gino Alberti. Dopo la bella edizione dello scorso anno credo che abbiamo fatto un ottimo lavoro assieme all’Amministrazione ed al direttore artistico per proporre alla città ed al pubblico un festival di grande livello. Il nostro lavoro sarà quello di garantire, come sempre, massima efficienza alla macchina organizzativa del festival e per promuovere in maniera efficacemente la manifestazione.”

Programma completo e info su www.monteservizi.it


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno