Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:35 METEO:MONTEPULCIANO13°24°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 21 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Allegri furioso a fine partita, la frase urlata uscendo dal campo: «E vogliono giocare nella Juve»

Attualità lunedì 01 febbraio 2021 ore 19:02

Nucleare, sopralluogo di sindaci e tecnici

Le amministrazioni comunali hanno coinvolto alcuni esperti geologi per scongiurare che il territorio diventi deposito di scorie



TREQUANDA — Sopralluogo della task force, composta da sindaci e tecnici, nella zona dove potrebbe sorgere un deposito di rifiuti nucleari, una porzione di circa 180 ettari nel territorio di Trequanda, ai confini con il Comune di Pienza. 

Il sopralluogo è stato effettuato nei giorni scorsi ed erano presenti anche esperti geologi, cioè il professore Piero Barazzuoli (idrogeologia e pianificazione territoriale), il professore Enrico Tavarnelli (geologia strutturale), il dottor Alessandro Amato (direttore INGV - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) e il geologo Renzo Formichi. 

Obiettivo delle amministrazioni comunali: scongiurare che Valdorcia e Valdichiana diventino sede di scorie nucleari. 

La task force, che si è costituita le scorse settimane alla notizia che questa parte di Toscana rischia di essere deturpata, si avvale del gruppo di professionisti ed esperti con due obiettivi a breve termine, come spiega il Comune di Trequanda: 

"Il primo è la proroga dei 60 giorni disponibili per poter presentare osservazioni che contrastino le decisioni prese sulla base di criteri di esclusione (i quali non hanno tenuto conto di dati oggettivi e incontrovertibili dal punto di vista geologico che avrebbero dovuto portare fin da subito alla non inclusione del territorio nell’elenco) e che, d’altro canto, affrontino i criteri di approfondimento previsti dalla procedura in un secondo momento e che riguardano gli aspetti della qualità delle produzione agricole di qualità ed eccellenza del territorio interessato oltre che di quelli architettonici. Dopo l’interessamento dei sindaci e dell’Anci è stato presentato l’emendamento che dovrà essere discusso in commissione ambiente e votato nelle prossime sedute parlamentari. Il secondo obiettivo su cui lavorerà la task-force, insieme al gruppo di professionisti, è quello di acquisire i necessari elementi tecnico-scientifici (quelli già conosciuti e quelli da acquisire con eventuali verifiche e analisi di terreno), coinvolgendo professionalità importanti e figure di spicco che già hanno effettuato studi e approfondimenti sul territorio interessato" .

Simona Buracci
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Venerdì l'ultimo gradino della competizione nazionale a Firenze. Complimenti e in bocca al lupo dall'assessore Cappelletti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità