QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEPULCIANO
Oggi 17°25° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
lunedì 16 settembre 2019

Cronaca sabato 25 maggio 2019 ore 09:15

Querciona, condannato il sindaco per incuria

Il tribunale di Siena ha stabilito una condanna per il sindaco di Pienza e per il responsabile dell'area ambiente per il collasso dei grandi rami



PIENZA — E' arrivata dal tribunale di Siena la condanna per incuria della pianta monumentale detta "Quercia delle Checche": una condanna penale a 516 euro di ammenda per "non aver adottato gli interventi necessari per la sicurezza e la conservazione" della pianta. 

Con queste parole il tribunale di Siena ha stabilito la condanna nei confronti del primo cittadino di Pienza Fabrizio Fe' e del responsabile dell'area ambiente del comune Riccardo Fe. Sempre secondo il decreto del tribunale i due "pur avendone l'obbligo non impedivano il crollo e dunque la distruzione e l'alterazione della predetta bellezza".

Il 12 giugno del 2017 la "Quercia delle Checche" ottenne il riconoscimento di monumento verde d'Italia, primo riconoscimento in Italia. Dopo neanche due mesi, il 2 agosto del 2017, la seconda enorme branca orizzontale della Quercia delle Checche, si staccò: alla base delle cause del distaccamento forse la siccità.

A denunciare il mancato intervento del Comune furono alcune associazioni ambientaliste: Italia Nostra, Legambiente, Club
Unesco e Opera Valdorcia.



Tag

L'entrata trionfale di Piero Angela al convegno con i guardiani di Star Wars: sorpresa e applausi dai presenti

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Cronaca

Cronaca