Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO-3°5°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 07 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il crollo degli edifici ore dopo il sisma in Turchia: i video ripresi con gli smartphone

Attualità domenica 13 novembre 2022 ore 11:50

Turismo, città d'arte e termali spiccano il volo

turisti

Sono le mete più colpite dalla crisi Covid a correre di più adesso nella ripresa turistica. Al top Firenze (+185,4%) e Montecatini Terme (+125,9%)



FIRENZE — Al top ci sono Firenze col +185,4% e Montecatini Terme in Valdinievole col +125,9%, ma anche Lucca e la Piana registrano un'ottima performance col +96,6%: non sono che alcuni dei dati sulla ripresa del turismo in Toscana nei primi 8 mesi del 2022, messi a fuoco dall'Irpet nella sua ultima nota congiunturale dedicata al settore.

Sì perché sono le mete che erano state maggiormente colpite dalla crisi Covid, arretrando di più nel 2020 e nel 2021, a correre di più adesso sul terreno della ripresa. Il recupero di tutto il gap rispetto al 2019 è lontano, ma i numeri parlano di territori che fra Gennaio e Agosto di quest'anno hanno proprio spiccato il volo, anche perché nei mercati extra-europei restano ancora assenti quelli asiatici.

Firenze, Montecatini e Lucca: e poi? "A seguire in termini di crescita nei primi mesi del 2022 - recita la nota dell'Istituto regionale di programmazione economica della Toscana - sono alcune destinazioni collinari limitrofe a Firenze e con un brand internazionale largamente affermato o che dipendono dal turismo fiorentino, il Chianti, l’Empolese Val d’Elsa e Prato, ma anche gli ambiti di Siena e della Val di Chiana senese, Pistoia e montagna pistoiese, il Mugello e la Val d’Orcia". 

In termini incrementali la ripresa è diffusa, e vede indietro i territori rivieraschi e le isole ma solo perché il loro recupero in termini di volume di presenze era già stato estremamente pronunciato nel 2021: Riviera Apuana, Elba, Costa degli Etruschi, i due ambiti della Maremma Nord e Sud, e a seguire Livorno e la Versilia a fine estate 2022 hanno già colmato o quasi il divario rispetto ai livelli pre Covid.

Marciano da mediane, per così dire, i territori delle Terre di Valdelsa e dell’Etruria Volterrana, la Garfagnana, la Val di Chiana aretina e Arezzo e l’Amiata, destinazioni collinari e montane a cui resta ancora da recuperare tra il 20 e il 40% delle presenze sul 2019. 

Ma ci sono anche le ombre, inattese per di più: "In questo quadro, tutto sommato confortante, due destinazioni fanno eccezione", dà conto Irpet nella nota congiunturale che è stata curata da Enrico Conti. Ed eccole: "In primo luogo spicca il mancato rimbalzo nel 2022 dell’ambito Terre di Pisa, che con un misero +2,5% non riesce a ridurre significativamente un gap che è il più elevato di tutti gli ambiti toscani (-37,5%) rispetto al 2019. In secondo luogo il Valdarno, con un risultato anch’esso fortemente insoddisfacente nel 2019 (-4,4%) in termini di presenze. In entrambi i casi, tuttavia, il risultato potrebbe essere influenzato dal tasso di inadempienza delle strutture ricettive rispetto all’obbligo tempestivo di comunicazione".

crescita turistica nei vari ambiti ottimali della Toscana

Fonte: Irpet

Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente all'altezza di Cortona sulla Bettolle-Perugia. Coinvolta una sola vettura. Lesioni comunque lievi per la donna
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Toscani in TV

Cronaca

Attualità

Toscani in TV