Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO16°26°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
sabato 22 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Hunt canta sul volo Venezia–Bari: dal microfono degli assistenti di bordo canta il brano «Musica italiana»
Rocco Hunt canta sul volo Venezia–Bari: dal microfono degli assistenti di bordo canta il brano «Musica italiana»

Attualità giovedì 20 ottobre 2016 ore 14:46

Stazione Chiusi-Chianciano, via i lavori

Rete Ferroviaria Italiana ha avviato gli interventi per il miglioramento dell’accessibilità nella stazione di Chiusi – Chianciano Terme



CHIUSI — Quattro ascensori di ultima generazione sostituiranno le attuali piattaforme elevatrici, garantendo un collegamento più rapido ed efficiente fra i marciapiedi 1, 2, 3 e 4. La sostituzione dei vecchi impianti sarà graduale e i lavori si concentreranno su un ascensore alla volta.

Contestualmente i marciapiedi saranno innalzati a quota a 55 cm (standard europeo), per un più agevole accesso ai treni da parte dei passeggeri.

L’importo stimato per queste ulteriori opere è pari a 3,6 milioni di euro che si sommano ai 3 milioni già oggi investiti e il termine dei lavori, che comprende anche la riqualificazione del sottopassaggio, è previsto entro il 2017.

Proseguono così i lavori per il miglioramento della qualità dei servizi nelle stazioni ferroviarie della Toscana secondo quanto sottoscritto da RFI nel Protocollo d’Intesa con la Regione Toscana del 10 aprile 2015.

“La partenza dei lavori – dichiara il primo cittadino di Chiusi Juri Bettollini – rappresenta un elemento di grande importanza sia per la nostra città sia per tutto il territorio e per questo ringraziamo RFI e in particolar modo la Direzione Regionale Toscana di Rete Ferroviaria Italiana per la serietà dimostrata e per aver visto, ancora una volta, nella stazione di Chiusi un nodo centrale da sviluppare in un’ottica nuova di trasporto ferroviario. I lavori già iniziati e quelli che presto potrebbero iniziare anche grazie al progetto 500 Stazioni sono per la nostra amministrazione una grande soddisfazione perché potrebbero significare la creazione di nuove e grandi opportunità che vedrebbero la nostra stazione ferroviaria protagonista come non lo è mai stata prima, riscoprendo un nuovo concetto di centralità grazie al trasporto ferroviario veloce per il quale abbiamo visto una vera e forte apertura verso la nostra città. A fronte di tutto questo sarà importante farsi trovare uniti come comunità in modo da agganciare l’opportunità delle frecce veloci e portare a termine, tutti insieme, la più grande manovra di rilancio per Chiusi e per il territorio dal dopoguerra ad oggi.”

“Come promesso – dichiara il consigliere regionale Stefano Scaramelli - i lavori di adeguamento della stazione ferroviaria di Chiusi-Chianciano Terme sono stati tra i primi cantieri avviati tra le 25 stazioni toscane che, nei prossimi due anni, vedranno l’investimento di Ferrovie in opere di ristrutturazione. Un nuovo tassello, importante, del progetto di collegamento della stazione con l’alta velocità, da attivare fin dal 2017 non appena terminati i lavori. Una stazione, questa, collegata strategicamente alla città di Siena e a tutte le maggiori realtà dell’Etruria Centrale. Si tratta dell’investimento più grande mai arrivato nel nostro territorio da 30 anni a questa parte. Bene Rfi e il gruppo Fs sotto la nuova guida Mazzoncini e su impulso del Governo.”


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno