Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:16 METEO:MONTEPULCIANO17°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 13 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lite Conte-Lautaro, il finto match di boxe ad Appiano

Attualità domenica 10 gennaio 2021 ore 15:00

Tamponi rapidi, sale l'attesa per l'iniziativa

E' in programma il prossimo fine settimana lo screening per spezzare le catene del contagio tra la popolazione



SARTEANO — "In un periodo così difficile per Sarteano, alla notizia dello screening totale a tutta la cittadinanza promosso dalla Regione Toscana e in calendario per il prossimo fine settimana, c’è stata una ventata di entusiasmo travolgente". Con queste parole il sindaco di Sarteano Francesco Landi ha dato alla cittadinanza una notizia molto apprezzata: il programma regionale di screening gratuiti con tamponi rapidi antigenici, “Territori sicuri”, farà tappa nel comune di Sarteano. 

Particolarmente colpito dalla pandemia nelle ultime settimane, è stato indicato dall’Agenzia regionale di sanità, che elabora un indice di rischio di positività al Sars Cov-2 per ogni comune della Toscana. L'attività si svolgerà nei giorni venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 gennaio.

Dopo la riuscita e partecipata sperimentazione a Campo nell’Elba, teatro di un importante focolaio nelle scorse settimane, il progetto si sposta quindi nella Valdichiana senese. Applicando la strategia di allerta precoce “early-warning”, l’obiettivo è spezzare le catene del contagio individuando nuovi casi positivi, a partire dagli asintomatici, ed eventuali focolai tra la popolazione.

Nei giorni scorsi, in videoconferenza, si è tenuta la cabina di regia del progetto, composta da tutti i soggetti coinvolti e coordinata dall’assessorato alla sanità della Regione Toscana, alla quale ha partecipato anche il sindaco Landi. Il coordinamento tra livello regionale e locale, a partire dalla collaborazione con l’amministrazione comunale del territorio coinvolto, è infatti un elemento chiave per la buona riuscita dell’iniziativa, come è stato per la prima sperimentazione all’Isola d’Elba.

“Territori sicuri” è promosso dalla Regione Toscana con Anci, Upi, Misericordie, Pubbliche Assistenze Riunite e Croce Rossa Italiana, insieme agli operatori sanitari, la medicina generale e la pediatria di famiglia, oltre ad Ars Toscana, alle Asl e alle Società della salute. Pensato per i Comuni più a rischio, è stato approvato dalla Giunta, su proposta dell’assessore al diritto alla salute e alla sanità Simone Bezzini, insieme al suo gemello “Scuole sicure”, rivolto alla popolazione scolastica.

Per garantire la miglior organizzazione possibile, evitando possibili assembramenti, è prevista una prenotazione online su apposito portale regionale. Seguiranno nuove comunicazioni di carattere locale sulle modalità di prenotazione, sui luoghi dove si effettueranno gratuitamente i test rapidi antigenici, con gazebo allestiti all’aperto nei pressi delle unità mobili. Al fianco della Asl Sud Est, l’iniziativa potrà contare sull’indispensabile supporto delle associazioni di volontariato, ma anche di medici, pediatri e infermieri che hanno dato la loro disponibilità all'esecuzione dei test e ai successivi adempimenti, secondo normative.

L’indice di rischio di positività al Sars Cov-2, elaborato da Ars per ogni comune della nostra regione, consiste in una misura che combina il tasso di positività per 100 mila abitanti nei 7 giorni precedenti ponderandolo con la velocità di incremento dei casi rispetto alle due settimane precedenti, in modo da evidenziare quali siano i comuni che vivono la maggiore criticità con la diffusione del virus nella propria popolazione.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I funerali di Giulio Innocenzi, deceduto domenica in seguito ad un incidente, sono in programma questo pomeriggio a Pieve a Maiano
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Franco Bonciani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS