Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO11°21°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 17 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sale su una piattaforma proibita per scattare un selfie e precipita nel vuoto: morta un’influencer russa

Attualità lunedì 23 novembre 2015 ore 10:05

Insieme per cambiare: "Consiglio comunale svilito"

Foto di: Giorgio Masina

Insieme per Cambiare, composta da Masina e Coltellini, ha sospeso a tempo indeterminato la partecipazione a conferenza e a commissioni consiliari



MONTEPULCIANO — “Ciò per sottolineare la profonda insoddisfazione per lo svilimento del Consiglio Comunale e le continue prevaricazioni, fino all'umiliazione dell'organo e dei suoi componenti, messe in atto dalla Giunta Comunale e dalla maggioranza, ed alle quali non intendiamo prestarci” – spiega il gruppo

“Non è ulteriormente accettabile l'assoluta assenza di programmazione e calendarizzazione del Consiglio Comunale, pure espressamente prevista dallo Statuto ed in passato attuata, e se prima si portava a giustificazione il fatto che il Sindaco fosse Presidente dell'Unione dei Comuni, adesso anche tale giustificazione è venuta meno. Non solo: siamo di fronte a Consigli convocati all’improvviso, quale ad esempio quello del giorno 24 novembre aperto al pubblico sulla Sanità. Di un consiglio aperto sulla Sanità ci sarebbe da rallegrarsi, se non fosse che si tratta di una decisione estemporanea e mai condivisa, anzi imposta dalla Giunta Comunale al Consiglio, della quale i Capigruppo vengono "informati" all’ultimo momento. Si parla dell'invito a un consigliere regionale del PD, come se il Consiglio aperto potesse trasformarsi nell'ennesima occasione di campagna elettorale a favore di un partito. O forse l’invito è funzionale agli equilibri interni del partito di maggioranza dopo le divisioni delle ultime Regionali? Così come è funzionale alla maggioranza l’inaccettabile giochino sull’orario d’inizio del Consiglio Comunale, che normalmente inizia con quasi un’ora di ritardo sull’orario programmato perché gli amministratori di maggioranza sono sempre in ritardo, salvo quando, e ci riferiamo alla seduta del 12 novembre scorso, c’è da “fregare” l’opposizione”

Il gruppo continua: “Infine si è pensato bene di approvare a maggioranza una modifica allo Statuto che con la scusa del "question time” mortifica ulteriormente il ruolo e il lavoro dei consiglieri eletti, ed in particolare di quelli di opposizione. Spiace che anche parte dell'opposizione sia caduta in questo tranello. Si attui invece subito la trasmissione in diretta streaming delle sedute del Consiglio Comunale, sulla quale al di là dei pubblici proclami la maggioranza fa melina da anni!.”

Infine Giorgio Masina e Valerio Coltellini concludono:Da ultimo è stata convocata una conferenza dei Capigruppo con meno di 48 ore di preavviso. E' giunto il momento di dire basta. Di tutto questo siamo stanchi e non intendiamo renderci in alcun modo complici.Noi non intendiamo prestarci né farci strumentalizzare, né siamo disposti a continuare a fare buon viso a cattivo gioco. Pertanto ribadiamo che da ora e fino a quando permarranno le criticità sopra evidenziate parteciperemo solo ed esclusivamente alla sedute del Consiglio Comunale valutando volta per volta, senza pregiudizi né sconti, se le delibere portate in approvazione rispecchino l’interesse del nostro Comune e le nostre linee politico-programmatiche”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno