Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:29 METEO:MONTEPULCIANO21°33°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 18 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo, la ruota panoramica di Piombino in mezzo alla furia del vento: volano via le cabine

Attualità martedì 27 settembre 2016 ore 17:36

Referendum: 'Ci batteremo fortemente per dire NO'

Il presidente del comitato per il NO Centrodestra di Montepulciano Moira Ciuffetti commenta la scelta della data del referendum costituzionale



MONTEPULCIANO — “Ora che Renzi/Boschi hanno individuato la data del Referendum Costituzionale, agendo come da loro prassi senza avere un minimo confronto con le minoranze, dobbiamo profondere il nostro impegno affinchè siano svelati gli inganni che, ormai da mesi, il duo ha ordito nei confronti degli italiani, spacciando questa pseudo riforma come la panacea di tutti i mali che affliggono questa nostra Italia che stenta a ripartire, fiaccata dai governi Monti /Letta imposti dal Colle e dagli euro burocrati” – esordisce così Ciuffetti all’indomani della scelta della data del referendum costituzionale fissata per il 4 dicembre 2016.

“In realtà il primo vero inganno del boy scout fiorentino inizia con una riforma elettorale, che, se è vero che non fa parte delle riforma costituzionale, è altrettanto vero che ne è il fondamento sui cui si basa il teorema renziano per restare incontrastato al governo praticamente senza soluzione di continuità".

Ciuffetti continua: “Infatti il cosiddetto Italicum, partorito dalla mente renziana, consente ad un partito che raggiunge il 28% di accaparrarsi il 54% dei seggi alla Camera e conseguentemente di consentire a tale partito di poter eleggere in modo autonomo sia il Presidente della Repubblica che i giudici della Consulta”.

Poi entra nel merito della grande riforma costituzionale: “Le più evidenti panzane che vorrebbero farci passare come riforme epocali riguardano: il presunto risparmio di 500 milioni di Euro derivante dall’abolizione del Senato di cui in realtà, secondo i calcoli fatti dalla Ragioneria di Stato, sono certi solo 50 milioni; la semplificazione del procedimento legislativo che oggi prevede quattro possibili percorsi e che a seguito di questa scellerata riforma diventerebbero, secondo l’interpretazione di molti autorevoli costituzionalisti, da 9 a 12, con buona pace della semplificazione; la presunta abolizione del Senato che in realtà si trasformerebbe da assemblea eletta dai cittadini in assemblea di nominati da parte dei vari consigli regionali, anche qui con buona pace della democrazia e della sovranità popolare. Questi, appena accennati, sono solo alcuni dei tantissimi aspetti negativi e pericolosi di questa riforma che va a minare le fondamenta su cui si basa la nostra democrazia”.

Ciuffetti continua: “Se la Costituzione necessitava di una rivisitazione per renderla più aderente ai nostri tempi, ciò si sarebbe dovuto fare con il consenso e con la partecipazione di tutti, sia maggioranza che opposizione, e non con i voti di fiducia espressi da un Parlamento di illegittimi, come accertato dalla Corte Costituzionale. I padri costituenti furono eletti appositamente dal popolo per stabilire regole comuni e condivise da tutti ed è da una nuova Assemblea Costituente, liberamente eletta da tutti i cittadini, che dobbiamo ripartire per la rinascita del nostro Paese. Per queste e per tantissime altre ragioni che ci batteremo fortemente per dire NO a chi, dietro mentite spoglie di democratico, nasconde le caratteristiche e le ambizioni di un novello “dittatorello” di provincia”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle ultime 24 ore il numero di guarigioni dichiarate ha superato quello di tamponi infetti emersi. Il punto sui ricoveri. Tutti gli aggiornamenti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità