comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:20 METEO:MONTEPULCIANO16°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
venerdì 30 ottobre 2020
corriere tv
Ferrara, Sgarbi in piazza con i commercianti che insultano Conte

Attualità mercoledì 14 ottobre 2020 ore 13:55

​Covid, Rsa in “lockdown”

Da oggi stop alle visite dei familiari dopo l’escalation di casi a Castiglion Fiorentino. Contatti solo via web



CASTIGLION FIORENTINO — Il Covid chiude le porte della Rsa. Da oggi niente più visite dei familiari agli ospiti. Una misura precauzionale nei confronti di tutte le persone che vivono e lavorano nella struttura sanitaria di piazza San Francesco, nel centro storico di Castiglion Fiorentino. 

Una misura scattata anche a seguito della escalation di casi di persone positive nell’Aretino e in particolare nella cittadina della Valdichiana ha superato quota cinquanta con la maggiorparte dei contagi in ambito familiare e scolastico.

Dunque torna il “lockdown” della scorsa primavera ma la misura è quanto mai necessaria per proteggere gli anziani, molti dei quali con patologie pregresse. Non mancano tuttavia servizi per rendere meno triste il nuovo isolamento degli ospiti della Rsa “Cosimo Serristori” perché “per sopperire a questa decisione e per mantenere un costante contatto grazie all'aiuto della tecnologia è operativa la stazione mobile di video conferenza, ovvero è stato ripristinato il kit composto da monitor webcam una connessione Wi-Fi per stabilire la connessione con lo smartphone o il computer del familiare e sarà come essere in struttura". 

Si potrà quindi parlare e vedere il proprio familiare durante la giornata e "conferire con la struttura infermieristica che potrà descrivere dettagliatamente lo stato di salute dell’ospite”, spiega il presidente dell’Ente Serristori Alessandro Concettoni che in questi mesi ha potenziato la struttura non solo con dispositivi di protezione come un termoscanner professionale per la rilevazione della temperatura corporea e sensori per rilevare eventuali disagi degli ospiti durante la notte; ma anche con strumenti tecnologici innovativi per migliorare la qualità delle comunicazioni tra familiari e ospiti. 

Un aspetto sul quale Concettoni punta molto, proprio per alleggerire il peso psicologico dei rapporti a distanza.

Lucia Bigozzi
© Riproduzione riservata



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cultura

Sport