Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:48 METEO:MONTEPULCIANO12°22°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
lunedì 03 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Nel villaggio di Lzyum, dove non c'è più una sola casa rimasta in piedi. Olga: «Anche il nostro liceo distrutto dai russi»

Attualità martedì 17 novembre 2015 ore 10:35

M5S vigile sulla gestione del territorio comunale

Matteo Scorcucchi M5S, insieme al Comitato Tutela Cortona e Andrea Mazzeo si sono interessati sulla gestione del territorio comunale



CORTONA — I rappresentanti si dicono soddisfatti dei nuovi ritrovamenti archeologici nella zona di Camucia e delle opportunità che potrebbero rappresentare per Camucia e per tutto il Comune di Cortona. D’altro canto però pongono l’attenzione su come viene gestito il territorio del Comune e delle nostre frazioni.

“L’attuale Regolamento Urbanistico – dice Scorcucchi (M5S) - che l’amministrazione si sta apprestando a sostituire, a mio avviso non tiene minimamente conto della valorizzazione del territorio, della difesa dal consumo di suolo e ne tanto meno dell'importanza della creazioni di spazi pubblici, all’interno delle frazioni, in grado di creare aggregazione e favorire la socializzazione migliorando la qualità della vita all’interno dei paesi. Purtroppo sembra che le indicazioni per la redazione del nuovo piano siano esclusivamente tecniche; non vedo una seria volontà di cambiare politiche urbanistiche, di pensare, finalmente, ai cittadini ed ai loro bisogni come interesse primario dell’amministrazione”.

L’obiettivo che invece Scorcucchi vuole evidenziare è come l’amministrazione applica il regolamento urbanistico facendo approvare al Consiglio Comunale numerosi atti: “In questo modo si facilita nuove costruzioni, colate di cemento con conseguente perdita di spazi utili alla collettività e, visti gli ultimi sviluppi, arrivando addirittura a recare danni a patrimoni di valore archeologico inestimabile. La dimostrazione di quello che dico la possiamo trovare nello spuntare di nuovi edifici senza tenere conto di quello che già esiste e che si potrebbe/dovrebbe recuperare e valorizzare. Da quando posso tornare indietro con la memoria, non si crea un area verde o un parco pubblico, mentre invece negli ultimi anni ho visto spuntare come funghi capannoni prefabbricati anche in aree dove si dovrebbe assicurare la tutela del paesaggio.

La stessa Camucia è cresciuta molto negli ultimi tempi, ma senza un indirizzo logico, questo ha portato alla comparsa di situazioni di degrado, abbandono causati anche dalla mancanza di una strategia per la valorizzazione del centro urbano sia da un punto di vista commerciale che sociale”.

Scorcucchi si augura: “Con il nuovo RU si possa voltare pagina e cambiare direzione, ma sta a chi governa Cortona dimostrare una rottura con il passato e la volontà di adottare un nuovo modo di gestire il territorio. Per quello che si sta vedendo adesso, purtroppo, l'attuale Giunta non sembra affatto agire con discontinuità rispetto a quelle precedenti. Vediamo anzi una triste continuità con le giunte che hanno permesso la distruzione del sito archeologico dei vivai e che hanno coperto con asfalto e cemento il sito archeologico di via Capitini”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle ultime 24 ore nell'area provinciale non si sono verificati ulteriori decessi imputabili al virus. Tutti gli ultimi aggiornamenti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità