Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:MONTEPULCIANO7°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 01 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
L'audio della telefonata tra il Papa e Becciu: «Santità, la lettera che mi ha inviato è una condanna»

Spettacoli domenica 13 dicembre 2015 ore 12:00

Emozioni e magia con Branduardi

Il concerto di Branduardi e di Giovanni Acciai hanno dato l’avvio al progetto del Centri Studi di Frate Elia; più di 400 persone presenti all’evento



CORTONA — E’ partito con un’affollata cerimonia ed una grandissimo concerto il progetto per il Museo e Centro Studi Culturale di San Francesco e Frà Elia che trasporterà Cortona al centro di un grande progetto incentrato su Frate Elia e San Francesco che si trasformerà in museo e luogo per conoscere e vivere l’arte, il genio e la spiritualità di Frate Elia.

Il Convento di San Francesco monumentale complesso nel cuore più antico di Cortona è stato completamente recuperato ad opera dei Frati Francescani ed è pronto per ospitare turisti e pellegrini da tutto il mondo.

Alla cerimonia svoltasi proprio nei restaurati ambienti del Conventi tante autorità ed ospiti hanno ascoltato le parole di Padre Antonio di Marcantonio dell’Ordine dei Francescani che dal 2001 ha seguito con tenacia il recupero della Chiesa e del Convento assieme a Padre Marius Gabriel custode del Complesso e del Convento, del Sindaco di Cortona Francesca Basanieri e dell’architetto prof. Angelo Molfetta.

Al centro di tutto il progetto il genio di Frate Elia e la spiritualità di San Francesco. Non solo oggetti di grande fascino ma anche importanti reliquie e tanta tecnologia per comprendere ed amare la storia ed il mistero di questi uomini straordinari.

“Con questo progetto - ha dichiarato il Sindaco di Cortona Francesca Basanieri - Cortona acquista ancora più consapevolezza del proprio ruolo nella storia. La nostra città, oggi è ancora più evidente, è stata al centro della vita culturale e spirituale di tutto il mondo civilizzato, grazie proprio a Frate Elia e San Francesco che avevano eletto questi luoghi a cuore pulsante di tanti idee per il futuro dell’umanità. La chiesa monumentale di San Francesco a Cortona è l’archetipo di tutte le chiese francescane del mondo e quella sulla quale è stato costruito un nuovo modo di concepire la divulgazione della fede”.

Dopo la cerimonia di presentazione, nella quale è stato mostrato, attraverso proiezioni multimediali, il progetto per il museo, si è tenuto nella chiesa di San Francesco il concerto dell’ensemble del maestro Giovanni Acciai, che ha eseguito musiche di antichissima tradizione e fascino tutte incentrate sui temi del Giubileo della Misericordia, e di Angelo Branduardi che accompagnato dalla sua band ha proposto canzoni del suo progetto “L’infinitamente piccolo”.

E’ stata la prima volta che Angelo Branduardi si è esibito a Cortona ed il successo è stato straordinario. Il concerto è stato emozionante e toccante ed il cantante è stato richiamato più volte e, a grande richiesta, ha anche eseguito una delle sue canzoni più famose “Si può fare”.

Presenti alla cerimonia il prefetto di Arezzo Alessandra Guidi, il presidente della Camera di Commercio di Arezzo Andrea Sereni, il presidente della Banca Popolare di Cortona Giulio Burbi, l’Avv. Nicodemo Settembrini presidente dell’Omonima Fondazione, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Colonnello Luigi Arnaldo Cieri e molte altre autorità ed ospiti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L’incidente nella tarda serata in via d’Arezzo. In ospedale un ragazzo di 21 anni e due uomini di 71 e 68 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità