Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:04 METEO:MONTEPULCIANO7°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 30 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ischia, le case in bilico e la distruzione provocata dalla frana: il video dal drone

Attualità lunedì 04 settembre 2017 ore 10:11

Le Biffe vincono i Ruzzi della Conca 2017

Il verde e l’arancio colorano il cielo di Chiusi e la 37° edizione dei Ruzzi della Conca, è infatti la contrada Le Biffe a vincere l'edizione 2017



CHIUSI — Le Biffe si sono aggiudicate il titolo di regina delle contrade sconfiggendo in finale i campioni in carica della Fornace dati per favoriti nei pronostici della vigilia anche grazie alla vittoria nel primo fine settimana di gare. Il match è stato teso e combattuto fin dai primi scambi e a cercare la fuga è stata proprio la contrada della Fornace che con un Mauro Scattoni in stato di grazia è riuscita a scavare un vantaggio importante a danno degli avversari delle Biffe (8-4). 

A metà della finale, quindi, il copione sembrava essere un film già visto con i giallo/rossi pronti a conquistare la vittoria del torneo e con i contradaioli delle Biffe costretti all’ennesimo secondo posto. 

La storia ha consegnato invece un finale ben diverso perché proprio nel momento di maggiore difficoltà l’orgoglio verde/arancio è fuoriuscito come un'onda di tempesta che ha travolto la contrada della Fornace che, pur combattendo fino alla fine ogni palla, poco ha potuto contro la voglia indicibile di mettere le mani sulla conca da parte dei verde/arancio. 

Miglior giocatore del torneo uno straordinario Giacomo Ferretti che ha ribaltato le sorti della finale con un incredibile turno di battuta costellato di ace e di tiri che hanno messo in ginocchio le sicurezze dei campioni in carica. Onore quindi alla contrada delle Biffe e ai suoi giocatori (Giacomo Ferretti, Davide Giannotti, Jacopo Venturini, Matteo Micheletti, Simone Casaglia, Simone Giannelli, Simone Venturini-vicecapitano, Andrea Micheletti-capitano) che nella giornata decisiva ha dovuto scalare la china e battere, prima di giocarsi la finale, la contrada del Sottogrottone e poi, in semifinale, quella del Granocchiaio uscita vincente contro la contrada del Mar Nero. 

Come da tradizione prima delle sfide di palla al bracciale per le vie della stazione ha sfilato il corteo. Ogni contrada ha organizzato carri allegorici e gruppi mascherati rievocando i giochi e le tradizioni della città intorno al 1920. La finale dei Ruzzi è stata anticipata dallo spettacolo dei tamburini e degli sbandieratori delle Contrade di Chiusi che per la maestria dei numeri di bandiera e tamburo hanno ricevuto l’applauso di tutto lo stadio Frullini.

“Onore alla contrada delle Biffe per aver conquistato la 37° edizione dei Ruzzi della Conca in una finale tirata e che ha lasciato tutti con il fiato sospeso – dichiara il primo cittadino di Chiusi Juri Bettollini – i complimenti vanno però anche a tutte le altre contrade e al Comitato delle Contrade per aver offerto al pubblico di Chiusi e non solo un grande spettacolo e una festa che per due settimane, insieme anche ai commercianti con lo Sbottegando, ha colorato la nostra cittadina di allegria e voglia di stare insieme. I Ruzzi della Conca sono una tradizione della nostra città che nel futuro non potrà che crescere. La passione di ogni contradaiolo è pienamente percepibile e per la nostra città è veramente un grande orgoglio.”


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un sito fake con offerte super convenienti del combustibile ha indotto in inganno una donna di Radicofani. I carabinieri hanno denunciato 2 persone
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alessandro Canestrelli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità