Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO11°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
martedì 23 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video dell'alligatore catturato mentre vagava sulle piste dell'aviazione militare in Florida

Attualità lunedì 05 settembre 2016 ore 14:44

Il nuovo piano regolatore pronto a diventare legge

Ogni intervento urbanistico che sarà effettuato nel territorio comunale rispetterà le specificità e lo stile del classico paesaggio toscano



CHIUSI — La Conferenza dei Servizi Regionale recentemente ha dato il via libera definitivo e, dunque, l’ambito “bollino blu”, al nuovo Piano Regolatore della Città di Chiusi. Il nuovo strumento urbanistico, che aveva già visto nel suo percorso l’approvazione dal consiglio comunale dopo otto ore di seduta e la conformazione della Conferenza Paesaggistica della Regione Toscana nell’aprile passato, è, ad oggi, il primo in Toscana ad essere conforme alla normativa nazionale e regionale in materia di paesaggio.

“Abbiamo lavorato intensamente per raggiungere questo obiettivo – dichiara il primo cittadino di Chiusi Juri Bettollini – e adesso siamo soddisfatti di poter affermare che la nostra città ha, finalmente, uno strumento che permetterà lo sviluppo e la semplificazione, ma sempre nel rispetto del paesaggio e del territorio. Dopo 70 abbiamo la possibilità di immaginare una Chiusi più bella, più semplice, più attrattiva e in grado di dare nuove risposte e nuove opportunità alla domanda di lavoro. La pubblicazione nel Burt (bollettino regionale) ormai imminente consentirà di far diventare legge il nostro nuovo Piano Regolatore e di conseguenza ci permetterà di entrare in una nuova era nella quale Chiusi potrà rivestire il ruolo da protagonista che le spetta ancor più di quanto fatto fino ad ora”.

Caratteristica peculiare del nuovo Piano Regolatore è la propensione al non consumo di nuovo suolo con l’87% delle le azioni possibili sulla SUL (superficie utile lorda pari a circa 145 mila metri quadrati) dedicate a ristrutturazioni e a completamento dell’esistente.

A questo proposito una grande opportunità è stata designata per la Fornace dove si prevede una riqualificazione importante con la parte storica che diventerà di proprietà pubblica e sarà, quindi, messa a disposizione della cittadinanza per attività culturali varie come una ludoteca, biblioteca, aree studio o spazi dedicati a mostre o convegni d’arte. 4000 metri quadrati saranno occupati da parcheggi e strade e 5000 metri quadrati saranno dedicati ad un’area verde. Sempre nello spazio dell’antica Fornace potranno essere sfruttati 10 mila metri quadrati per il residenziale, di cui il 25% utilizzabili per negozi di vicinato, 2000 metri quadrati per il direzionale e altri 2000 metri quadrati potranno essere dedicati al commerciale.

Un altro esempio della filosofia di conservazione e riqualificazione dell’esistente del Piano Regolatore di Chiusi saranno gli interventi nel centro storico che, ancor più di oggi, sarà vocato a polo turistico della città. In questo senso nell’area della Fortezza potrà sorgere un grande albergo di qualità e contemporaneamente sarà data la possibilità a tutti i proprietari di abitazioni all’interno delle mura, di poter convertire il proprio immobile in struttura ricettiva.

“Un grande ringraziamento – sottolinea il sindaco Juri Bettollini – è doveroso rivolgerlo alla giunta, al personale, a tutti gli uffici del Comune di Chiusi, ai dipendenti della Regione e ovviamente il consigliere regionale Stefano Scaramelli perché ognuno, con il proprio impegno e la propria passione, è stato prezioso e fondamentale per raggiungere questo traguardo storico”


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Giovedì 25 aprile resteranno chiusi tutti i centri di raccolta e le stazioni ecologiche
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità