Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:05 METEO:MONTEPULCIANO7°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 30 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ischia, le case in bilico e la distruzione provocata dalla frana: il video dal drone

Attualità mercoledì 28 settembre 2016 ore 17:10

Quando la scrittura è meglio di ogni cura

Andrea Camilleri con Pinuccia Musumeci

Sabato 1 ottobre, 8^ edizione del concorso letterario Donna sopra le Righe, momenti di riflessione a chi ha vissuto l’esperienza del tumore al seno



CHIANCIANO TERME — Il concorso è promosso dall’Associazione iosempredonna - onlus di Chianciano Terme e negli otto anni di vita hanno partecipato circa 800 donne che hanno scritto dell’esperienza diretta o indiretta del tumore al seno e cosa significa rimettere insieme la propria esistenza. 

Raccontare ansie, dolori, ma anche sogni e desideri, migliora la qualità della vita: la scrittura così, può essere anche un modo per fare i conti con le proprie paure. E talvolta, il modo migliore per esorcizzare queste paure è anche riderci su, trovando il lato comico del disagio della malattia.

Anche Andrea Camilleri, che sin dalla prima edizione, ha regalato la sua presidenza onoraria e tutti gli anni ricorda che scrivere può far parte della terapia e del percorso di guarigione. Nel 2016 sono hanno partecipato al concorso 155 scritti inediti, di cui 54 racconti brevi, 62 poesie, 39 racconti lunghi, che saranno raccolti, come ogni anno, in una antologia pubblicata a cura dell’associazione e con il contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

I nomi dei vincitori saranno resi noti durante la Cerimonia di premiazione, il 1° ottobre 2016 alle ore 16:00 nella Sala Fellini del Parco Acquasanta di Chianciano Terme e si alterneranno sul palco Alessandra Mortelliti, Marta Nuti e Giovanni Carta per la lettura delle opere premiate e il Maestro Stefano Giannotti, per l’accompagnamento musicale.

“Sarà una serata ricca di emozioni e sarà l’occasione per parlare – in maniera leggera, senza tabù – di una patologia che colpisce ogni anno in Italia 46.000 donne, circa 1 su 9, nell’arco della vita, e che se diagnosticata precocemente ha un altissimo tasso di sopravvivenza.” – dice Pinuccia Musumeci, presidente di IoSempreDonna onlus e di Toscana Donna, che riunisce le associazioni di pazienti con tumore al seno a livello regionale.

“Lavoriamo da quasi vent’anni sul territorio per promuovere la prevenzione e per accompagnare chi si ammala nel suo percorso di cura. E siamo soddisfatte di aver ottenuto recentemente dalla Regione Toscana, anche grazie al nostro lavoro associativo, l’estensione dello screening mammografico, adesso rivolto alle donne dai 45 ai 74 anni. Questo obiettivo fa della Toscana, ancora una volta, una Regione che sceglie di investire per la salute dei cittadini e questo non può che renderci orgogliose.” - conclude Pinuccia.

L'associazione "iosempredonna" costituita nel febbraio 1997, opera per diffondere la cultura della prevenzione e sostenere le donne che vivono o hanno vissuto l’esperienza del Cancro al Seno.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un sito fake con offerte super convenienti del combustibile ha indotto in inganno una donna di Radicofani. I carabinieri hanno denunciato 2 persone
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alessandro Canestrelli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca