Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:MONTEPULCIANO16°26°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 16 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, incidente tra filobus 90 e un'auto: almeno dieci passeggeri contusi

Attualità lunedì 13 settembre 2021 ore 13:13

Passione volo, Castiglioni tra le Città dell'Aria

Il vicesindaco alla nascita ufficiale dell'associazione. Milighetti "puntare anche su potenzialità turistiche ed economiche"



CASTIGLION FIORENTINO — Era presente anche Castiglion Fiorentino, con il vice sindaco Devis Milighetti, sabato a Pavullo per la nascita ufficiale dell’associazione “Città dell’Aria”, durante le celebrazioni per i 110 anni di Aero Club d'Italia. 

Un progetto, quello dell’Associazione, che in appena tre mesi ha riunito oltre 100 fra Comuni, tra cui, appunto Castiglion Fiorentino, enti gestori, aziende, associazioni, aeroclub e Avioclub che vivono la realtà del volo da diporto e sportivo. 

L’Associazione sarà guidata per i prossimi 4 anni dal Senatore Luca Briziarelli in qualità di Presidente e da Davide Ranalli, sindaco di Lugo di Romagna e da Silvano Teodorani dell’Associazione “Piloti di Classe” come Vice Presidenti. Il Comitato scientifico sarà presieduto da Guido Medici di Avioportolano

Il Comune di Castiglion Fiorentino ha aderito all’associazione “Città dell’Aria” lo scorso mese di aprile con l’intento di mantenere vivo l’interesse storico, sociale, culturale, sportivo ed economico per il mondo del volo visto, tra le altre cose, che nel proprio comune sorge l’Aero Club Serristori, presente alla manifestazione, la cui omonima associazione è iscritta nel registro provinciale del volontariato per la Protezione Civile, che ospita la prima Scuola di Volo Italiana per disabili oltre ad essere anche la sede della Federazione Italiana Piloti Disabili e dell’Associazione Baroni Rotti. 

“Far parte delle ‘Città dell’Aria’ significa mettere insieme realtà diverse, esperienze e potenzialità e allo stesso tempo affrontare e superare insieme i problemi, valorizzando le infrastrutture che non sono di pochi, ma patrimonio dell’intera comunità. Un nuovo modo di vedere il volo e l’avioturismo che unisce diversi attori di questo mondo puntando non solo alla sua valenza sociale e sportiva, ma anche a quelle potenzialità turistiche ed economiche che ne faranno un volano per tutti i territori italiani ed in particolare una nuova opportunità per la nostra città” conclude il vice sindaco Devis Milighetti.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il fatto è accaduto a Camucia. Sei le dosi somministrate per errore durante le sessione pomeridiana. La Asl ha già contattato le persone interessate
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità