comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:42 METEO:MONTEPULCIANO8°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 03 dicembre 2020
corriere tv
Vaccino anti-covid, Ippolito: «Chi è stato positivo non dovrà farlo»

Sport mercoledì 04 novembre 2020 ore 18:45

Amaranto: positivi in diciotto, Mantova a rischio

Gli esiti dell'ultimo ciclo di tamponi effettuati ha costretto in isolamento 14 calciatori e 4 membri dello staff, probabile rinvio di Mantova-Arezzo



AREZZO — I numeri del contagio all'interno del gruppo squadra dell'Arezzo sono impressionanti. Il conteggio finale è stato comunicato poco fa dalla società e si tratta di un vero e proprio focolaio. Sono ben 18 le persone costrette in isolamento, 14 giocatori e 4 appartenenti allo staff. È questo il risultato dell'ultimo ciclo di tamponi effettuati all'intero gruppo squadra negli ultimi giorni, dopo che i primi casi di positività al Covid erano stati rilevati all'immediata vigilia dell'ultima gara casalinga con la Triestina. L'Arezzo fu costretto a chiedere il posticipo di un'ora e mezzo dell'orario di inizio della partita, per svolgere una ulteriore serie di test, obbligatori secondo i protocolli, per far sì che andassero in campo e lavorassero intorno alla squadra solo persone risultate negative. Misure che non hanno però frenato la diffusione del contagio, che adesso ha praticamente fermato l'attività.

Non del tutto, perché chi è risultato negativo anche agli ultimi controlli si è allenato anche oggi, a porte chiuse, sul prato del Comunale. Ma a questo punto pare assai improbabile che il Cavallino Rampante possa scendere in campo nella prossima gara prevista, quella valida per il nono turno del girone di andata, che sarebbe in programma domenica a Mantova, anticipata alle ore 15, invece che alle 17,30 come era previsto dal calendario.

Va quindi fatta chiarezza su quello che stabilisce il regolamento e sui possibili scenari dei prossimi giorni. Secondo quanto è stabilito dai protocolli, una squadra è obbligata a scendere in campo se ha a disposizione almeno 13 giocatori, fra i quali deve esserci un portiere. Numeri che dicono chiaramente che l'Arezzo in questo momento è al limite. Se prima della gara con il Mantova dovessero risultare almeno 13 giocatori disponibili, la società avrà a disposizione due possibilità: scendere in campo con chi può giocare, oppure chiedere di utilizzare quell'unico Jolly disponibile in tutta la stagione, cioè chiedere comunque il rinvio della gara anche se avrebbe il numero minimo di tesserati a disposizione. Dopo la gara prevista a Mantova domenica pomeriggio, l'Arezzo dovrebbe ospitare mercoledì la Sambenedettese, per poi andare a Fermo. Con la possibilità, che nei prossimi giorni i numeri del contagio in squadra aumentino. È molto probabile, quindi, che le prossime partite vengano rinviate d'ufficio direttamente dalla Lega. non dovesse essere così, le gare che il cavallino non andasse a disputare, verrebbero perse a tavolino per 3-0.

Giulio Cirinei
© Riproduzione riservata



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità