Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO20°37°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La balena salta fuori dall'acqua e atterra su una barca ribaltandola: la scena ripresa in un video
La balena salta fuori dall'acqua e atterra su una barca ribaltandola: la scena ripresa in un video

Attualità domenica 04 giugno 2023 ore 16:35

Inflazione, i toscani rinunciano a pere e radicchi

fruttivendolo

Salgono i prezzi, così le famiglie toscane mangiano meno e peggio ma spendono il 7,7% in più. Ecco le città in cui far la spesa costa di più



TOSCANA — Carrelli della spesa dei toscani sempre più vuoti con tagli vistosi specialmente a pere (-17%) e radicchi (-20%) ma scontrini sempre più salati: è l'effetto dell'inflazione che in Toscana taglia del 4,7% le quantità di prodotti alimentari acquistate dalle famiglie nel 2023, a fronte tuttavia di una spesa del 7,7% in più a causa dei rincari determinati dalla crisi energetica. L’analisi sugli effetti dell’inflazione nel primo trimestre del 2023 sulla base dei dati Istat sul commercio al dettaglio è effettuata da Coldiretti Toscana. 

E la prospettiva non pare migliore. Il secondo trimestre non è iniziato bene, con il rimbalzo inatteso dell’inflazione regionale (+8,7%) in aumento dello 0,4% rispetto al mese di Marzo 2023. L’inflazione più alta si registra a Siena (9,6%), seguita da Grosseto (9,4%), Massa Carrara (9,2%), Pistoia (8,9%), Firenze (8,8%), Pisa (8,7%), Livorno (8,5%) e Lucca (8,5%) e Arezzo (7,8%).

Prime vittime dei tentativi di risparmio dei toscani risultano frutta e verdura, il cui acquisto era già crollato del 9% nel corso del 2022, ai minimi da inizio secolo secondo l’analisi di Coldiretti sulla base dei dati Cso Italy. 

I tagli hanno penalizzato soprattutto le pere (-17%), le arance e l'uva (-11%), pesche, nettarine e kiwi (-8%). Meglio le mele (-5%). Peggio ancora invece va, quanto agli ortaggi, ad asparagi (-24%) e radicchi (-20%). 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno