Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEPULCIANO20°36°  QuiNews.net
Qui News valdichiana, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdichiana
giovedì 18 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Flavio Briatore: «Come fa una famiglia a vivere con 4mila euro al mese?»
Flavio Briatore: «Come fa una famiglia a vivere con 4mila euro al mese?»

Attualità lunedì 03 luglio 2023 ore 18:30

Americani pazzi del cibo toscano ma lo mangiano tarocco

Due cuoche contadine, da Barga e Cortona, in missione a New York. Lezione ai consumatori Usa per difendersi dalle imitazioni e mangiare sano



NEW YORK — Cuoche contadine dalla Toscana agli Stati Uniti per difendere il 'Made in Tuscany' dal fenomeno delle imitazioni e dei falsi a tavola che oltreoceano la Coldiretti Toscana stima che valgano 1,6 miliardi di euro, il doppio del valore delle esportazioni che nel 2022 hanno sfiorato la cifra record di 800 milioni di euro (+20%).

Francesca Buonagurelli da Barga e Ilaria Salvadori da Cortona, chef di Campagna Amica, hanno sfoderato pasta fatta in casa con i grani tricolori, pappa al pomodoro, bruschetta con olio extravergine, formaggi e salumi di filiera corta, presentati nel classico tagliere, per indottrinare i consumatori americani a mangiare sano e toscano vero, oltre che a riconoscere la differenza tra un prodotto fake come il “Tuscan Sun” Made in Usa ed il nostro extravergine Toscano IGP solo per citare il più clamoroso dei casi di “Italian Sounding” esposti anche all’ultima edizione di Taste alla Fortezza da Basso a fianco delle originali imitazioni del Chianti e del sangiovese venduto sugli scaffali come “Tuscany Moon”. Coldiretti Toscana ha fatto scuola al Summer Facy Food di New York, il più importante evento fieristico del mondo dedicato alle specialità alimentari dove l’associazione era impegnata al Padiglione Italia allo stand 2718.

Gli Stati Uniti sono il Paese che acquista più prodotti agroalimentari toscani al mondo, principalmente vino per un valore di 430 milioni di euro, in crescita del 14% nel 2022 e di olio extravergine e derivati per un importo di 328 milioni di euro (+25%), ma è anche il Paese che detiene saldamente la leadership produttiva del falso Made in Italy. In pratica solo un prodotto agroalimentare che richiama l’Italia su sette venduti negli States arriva realmente dal Belpaese. Un fenomeno che si riflette anche nella ristorazione con il 60% degli italiani in viaggio all’estero (6 su 10), per lavoro o in vacanza, che dichiarano di essersi imbattuti almeno una volta in un piatto o una specialità nostrana taroccati. I più sconvolgenti, così li definisce la Coldiretti, sono il cappuccino bevuto mentre si mangia un piatto di spaghetti al pesto, gli “Spaghetti and Meatballs” con le polpette di carne, i “Beefaroni”, rigatoni in lattina con sugo di carne, le Chicken Fettuccine” con il pollo ed i “Rigatoni with chicken and pesto” con pollo e pesto ed ancora la pizza con l’ananas e le lasagne servite con la ricotta.

Per Coldiretti Toscana è la mancanza di chiarezza sulle ricette Made in Italy "ad offrire terreno fertile alla proliferazione di falsi prodotti alimentari della nostra regione e del nostro paese" ed è anche per questo che è importante "fare chiarezza sulla cucina nel mondo con il riconoscimento come patrimonio Unesco". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si risveglia la passione a farsi imprenditori, con aumento delle attività mentre però crescono anche le cessazioni. La Toscana provincia per provincia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità